Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Aborto, la portavoce di Biden contro il giornalista: «Lei non ha mai aspettato un bambino» – Il video

La replica di Jen Psaki dopo la stretta che vieta l’interruzione di gravidanza: «Il presidente crede che sia un diritto della donna, abortire è una scelta difficile»

«Il presidente crede che sia un diritto della donna, che il corpo appartenga alla donna e che abortire sia una scelta». Ha risposto così la portavoce della Casa Bianca Jen Psaki alla domanda di un giornalista che le ha chiesto perché il presidente Joe Biden sostenga l’aborto «quando la sua fede cattolica dice che è moralmente sbagliato» dopo che la Corte Suprema degli Stati Uniti non ha bloccato la stretta sull’interruzione di gravidanza in vigore in Texas. «Chi dovrebbe occuparsi quindi dei bambini che non nascono?», ha incalzato il giornalista provocando la risposta piccata della portavoce: «Il presidente crede che spetti alla donna prendere queste decisioni, alla donna insieme al suo medico. So che lei non ha mai dovuto affrontare queste scelte, né ha mai dovuto aspettare un bambino, ma per le donne là fuori che devono farle è una cosa davvero difficile», ha detto Psaki prima di chiudere frettolosamente la conversazione: «Andiamo avanti, le abbiamo già dedicato molto tempo oggi». La legge in vigore in Texas proibisce l’aborto dopo sei settimane di gravidanza anche in caso di stupro o incesto. Una stretta che ora mette a rischio il destino della storica sentenza Roe contro Wade del 1973, quella che legalizzò l’aborto in America. Dopo il duro attacco della speaker della Camera Nancy Pelosi, anche la vicepresidente degli Stati Uniti Kamala Harris ha criticato la legge: «Useremo ogni leva per difendere il diritto a un aborto sicuro e legale e non permetteremo di tornare indietro ai tempi dell’aborto clandestino».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: