Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Austria, il cancelliere Alexander Schallenberg si dimette dopo due mesi di incarico

L’ex ministro degli Esteri, alla guida del governo da appena due mesi, ha deciso di farsi da parte. Anche Sebastian Kurz ha annunciato il ritiro dalla scena politica

Dopo meno di due mesi, il cancelliere austriaco Alexander Schallenberg è pronto alle dimissioni. A darne notizia sono i media locali, tra cui l’agenzia Apa. L’annuncio arriva a seguito della decisione del suo predecessore Sebastian Kurz di ritirarsi dalla politica, una mossa che causerà un inevitabile rimpasto di governo a guida dei Popolari e dei Verdi. Schallenberg ha deciso di fare un passo indietro perché, ha detto, il suo intento è quello di lasciare il posto a colui che salirà alla guida del Partito Popolare (Övp). «Credo che i ruoli di capo del governo e di presidente del partito più forte in Austria debbano essere affidati a una sola persona», ha detto Schallenberg. Il cancelliere uscente ha poi annunciato di essere pronto a candidarsi per il ruolo, ma secondo i media potrebbe diventare Karl Nehammer il nuovo leader dei popolari e quindi il nuovo capo di governo. Schallenberg, 52 anni, aveva accettato di guidare il governo Övp-Verdi dopo l’annuncio di Kurz di lasciare l’incarico lo scorso 9 ottobre, a seguito di uno scandalo. Kurz era stato travolto da un’inchiesta della procura anti-corruzione, l’accusa è quella di favoreggiamento alla corruzione. Il caso riguarda dei sondaggi pubblicati dal quotidiano Oesterreich e della tv privata oe24 che sarebbero stati pagati dal ministero delle Finanze per favorire «esclusivamente» il partito di Kurz.


Immagine di copertina: EPA/JOHANNA GERON


Continua a leggere su Open

Leggi anche: