Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cambia l’esame di teoria della patente per auto e moto: l’accelerata per smaltire le code della pandemia

Nuove modalità con un tempo massimo di 20 minuti per rispondere a 30 domande

Secondo quanto disposto dal decreto dello scorso 27 ottobre sono previste importanti novità legate all’esame della patente di guida a partire dal 2022. Cambia l’esame di teoria che si ridurrà a 20 minuti per 30 quesiti. Invariato il numero massimo di errori che resta tre. Secondo la disposizione attuale il test prevede 40 domande a cui bisogna rispondere in 30 minuti con un massimo di 4 errori. Una scelta, quella del Ministero delle Infrastrutture, che nasce dalle conseguenze dettate dalla situazione pandemica, con l’obiettivo di smaltire la mole di lavoro che si è accumulata durante i periodi di lockdown e chiusure forzate per la pandemia di Coronavirus. Una nuova procedura che verrà avviata anche per prevenire la situazione contagi attraverso uno svolgimento dell’esame con tempistiche minori. Le categorie interessate da questa nuova procedura sono sei e riguardano motocicli (tutte le categorie della A) e automobili (tutte le B). Rimangono invece escluse patenti C e D per camion e bus. Questa norma risulta essere in vigore dal 9 dicembre scorso, ma attualmente gli esami si stanno svolgendo con le precedenti modalità. Sarà attraverso il decreto dirigenziale del prossimo 8 gennaio 2022 che verrà fissata la data di debutto delle nuove modalità d’esame. Una ulteriore novità che verrà introdotta è quella del riconoscimento facciale dei candidati, in modo da velocizzare anche l’identificazione e abbreviare ulteriormente i tempi di occupazione delle aule nelle varie sessioni di esame.


Immagine di copertina: Ansa


Leggi anche: