Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’annuncio di Biden: «Stop all’import di petrolio e gas dalla Russia. Non finanzieremo la guerra di Putin» – Il video

«Il petrolio russo sarà messo al bando. Abbiamo concordato la posizione con i nostri partner europei», ha detto il presidente Usa nella conferenza stampa dalla Casa Bianca

È ufficiale, gli Usa di Joe Biden imporranno un divieto alle importazioni di gas e petrolio russi. Una decisione che il presidente Usa ha comunicato in diretta durante la conferenza stampa dalla Casa Bianca e che ora mira a punire ulteriormente il mercato russo dopo l’invasione di Mosca sul territorio ucraino. «Non finanzieremo la guerra di Vladimir Putin», ha detto Biden annunciando un divieto di import che riguarderà il petrolio russo, il gas naturale liquefatto e il carbone.


Nella giornata di ieri il presidente Usa aveva tenuto una videoconferenza con il premier francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz e il presidente spagnolo Pedro Sanchez. Nelle ultime ore era stata annunciata «un’azione per continuare a ritenere la Russia responsabile della sua guerra non provocata e ingiustificata contro l’Ucraina». Fino a questo momento il gas e il petrolio della Russia erano stati esclusi dalle sanzioni introdotti dagli Usa e dai Paesi europei. La preoccupazione principale era stato l’impatto economico soprattutto sull’Europa, continente con la maggiore dipendenza dal petrolio russo e in particolare dal gas naturale. Per quanto riguarda gli Stati Uniti le importazioni di petrolio e prodotti petroliferi in generale russi rappresentano circa l’8% del totale. Secondo i dati di intelligence Kpler, nel 2022 le importazioni statunitensi di greggio russo sono scese al ritmo annuale più lento dal 2017.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: