Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La moglie di un politico ucraino accusata di aver cercato di portare via dal paese 22 milioni di sterline

Anastasia Kotvitska avrebbe cercato di passare attraverso un valico di frontiera per i rifugiati

Anastasia Kotvitska, moglie di un importante politico ucraino, è accusata di aver cercato di trasportare più di 22 milioni di sterline in contanti attraverso un valico di frontiera per rifugiati nell’UE. Il denaro, in valuta USA ed euro, è stato trovato dalla dogana ungherese nel suo bagaglio, come riporta The Times. Kotvitska è la moglie di Igor Kotvitsky, 52 anni, ex parlamentare. Nei suoi confronti è stato aperto un procedimento penale da parte dell’Ungheria. Kotvitsky, un tempo il deputato più ricco dell’Ucraina, ha detto che sua moglie stava lasciando il paese per partorire, ma ha negato che stesse trasportando 28 milioni di dollari e 1,3 milioni di euro. «Tutti i miei soldi sono nelle banche ucraine, non ho prelevato nulla», ha sostenuto in una dichiarazione. Kotvitska, che secondo quanto hanno scritto i media locali viaggiava con due uomini di nazionalità ungherese e sua madre, non ha commentato la vicenda. Suo marito ha quote nelle aziende energia nucleare dell’Ucraina e nei depositi di uranio del paese.


Leggi anche: