Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La proposta dell’Ucraina alla Russia: negoziati per la pace a Mariupol

L’offerta arriva dal negoziatore ucraino Mykhailo Podolyak: «Per salvare i nostri ragazzi, il battaglione Azov, i soldati, i civili, i bambini, i vivi e i feriti. Tutti»

Mykhailo Podolyak ha proposto alla Russia di organizzare una «sessione speciali di negoziati» a Mariupol, la città assediata dalle forze russe che è diventata uno dei punti centrali in questa fase della guerra. Podolyak è uno dei consiglieri della presidenza ucraina e fa anche parte della squadra che segue i negoziati con la Russia. L’obiettivo di questa proposta è aiutare gli ucraini che ancora si trovano a Mariupol, come ha scritto Podolyak su Twitter: «Siamo pronti a tenere una sessione speciale di negoziati a Mariupol. Per salvare i nostri ragazzi, il battaglione Azov, i soldati, i civili, i bambini, i vivi e i feriti. Tutti». Secondo la vicesindaca Viktoria Kalachova, nella città il 9 maggio si terrà la parata dell’esercito russo per celebrare la vittoria. La data è simbolica e ricorda la firma da parte del generale Wilhelm Keitel della capitolazione dell’esercito nazista nel 1945, per Mosca è diventato il giorno in cui viene celebrata la vittoria contro i nazisti. Kalachova ha dichiarato: «La parata si terrà senza alcun dubbio. La popolazione di Mariupol aspetta questo evento». Nelle ultime ore il Cremlino ha annunciato tramite l’agenzia stampa Tass di aver consegnato a Kiev la bozza di un accordo sui negoziati di pace. Dall’altra parte dell’oceano invece il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha rimarcato il sostegno all’Ucraina spiegando che armi e munizioni affluiranno ogni giorno verso Kiev per aiutare la resistenza.


Leggi anche: