Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Recovery, von der Leyen al premier polacco: «Varsavia esempio di solidarietà con Kiev, ma nessuna deroga sulla riforma della giustizia» – Il video

La presidente della Commissione ha annunciato che non ci saranno deroghe sulla giustizia per i fondi Ue. E sui profughi: «Siete un esempio per il mondo intero»

«Di fronte ai crimini e alle aggressioni di Putin, il nostro bene più prezioso è la solidarietà». Sono le parole della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, durante la conferenza stampa a Varsavia, in Polonia, dove ha incontrato il premier polacco Mateusz Morawiecki per chiudere l’accordo sul Recovery plan polacco. «L’approvazione del piano di ripresa e resilienza è legata a chiari impegni da parte della Polonia sull’indipendenza del sistema giudiziario», ha detto von der Leyen, sottolineando che non ci saranno deroghe sulla questione giustizia per ricevere soldi Ue mirati alla ripresa post-pandemica. La presidente della Commissione Ue ha comunque ringraziato il popolo polacco per la generosità nell’accoglienza dei profughi ucraini: «Avete accolto a braccia aperte più di tre milioni e mezzo di rifugiati: questo è un fulgido esempio per il mondo intero». Un esempio di solidarietà anche per gli Stati membri dell’Ue, «più colpiti dalle onde d’urto di questa guerra, in particolare coloro che, come la Polonia, sono oggetto del ricatto energetico del Cremlino». Sempre sul fronte dell’indipendenza energetica europea da Mosca, von der Leyen ha poi dichiarato: «Do il benvenuto alla decisione dell’Opec di aumentare la produzione perché questo ci renderà il lavoro più facile a diversificare le nostro forniture e a rinunciare al petrolio russo».


Leggi anche: