Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

PSG su Scamacca, il Sassuolo si cautela e chiude per Agustin Alvarez

È fatta per l’attaccante uruguaiano del Penarol che potrebbe sostituire Scamacca su cui vigila il PSG

Il Sassuolo è consapevole che questa estate di calciomercato potrà essere quella dell’addio di diversi gioielli della squadra. Da Scamacca a Frattesi, passando per Raspadori e Berardi, le sirene di molti club iniziano a farsi insistenti. E per non farsi trovare impreparato il club neroverde ha chiuso in queste ore il primo colpo della nuova stagione. Si tratta di Agustin Alvarez Martinez, detto El Canario, attaccante classe 2001 del Penarol. Operazione da circa 12 milioni di euro, battuta la concorrenza di Southampton e Bayer Leverkusen. L’uruguaiano arriverà in Italia la prossima settimana per le visite mediche e la firma sul nuovo contratto. Alto 177 centimetri, Alvarez è una prima punta con un grande istinto del gol. Finalizzazione, tecnica e intelligenza nei movimenti. Caratteristiche che gli sono valse l’appellativo – certamente prematuro – di “nuovo Suarez“. L’attaccante fa parte di quella nouvelle vague uruguaiana di cui fa parte anche Darwin Nunez – con cui condivide anche l’agente – prossimo giocatore del Liverpool per 100 milioni.


PA/MARIANA GREIF POOL | Agustin Alvarez (d) esulta dopo aver realizzato un gol durante il match di Copa Sudamericana Penarol – Corinthians, Stadio Campeon del Siglo, Montevideo, Uruguay, 13 maggio 2021

Il PSG vuole Scamacca

Scamacca
ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI | Gianluca Scamacca durante la partita di Serie A Empoli – Sassuolo, Stadio Carlo Castellani, Empoli, Italia, 9 gennaio 2022

Il Sassuolo ha anticipato tutti per accaparrarsi un talento dal sicuro avvenire, cercando anche con un certo anticipo di programmare il dopo-Scamacca. Sull’attaccante italiano è piombato il PSG del nuovo ds Luis Campos che insiste per portare a Parigi il classe ’99. Trattativa ancora da impostare, ma l’attenzione del portoghese è rivolta verso quei profili giovani ma di talento che possano dare respiro e futuribilità al trittico monstre MessiNeymarMbappé.


Leggi anche: