Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La contro-lista satirica dei “filo Biden” pubblicata da Enrico Montesano

Una versione photoshoppata dell’articolo del Corriere della Sera dove vengono mostrati i presunti sostenitori del Presidente Americano, “colpevoli” di aver contestato l’invasione russa in Ucraina

L’attore romano Enrico Montesano ha recentemente pubblicato, attraverso la sua pagina Facebook ufficiale, un fotomontaggio del contestato articolo del Corriere della Sera sulla cosiddetta lista di proscrizione dei filo Putin italiani, modificandone completamente il titolo (da «La rete di Putin in Italia: chi sono influencer e opinionisti che fanno propaganda per Mosca» a «La rete di Biden in Italia: chi sono influencer e opinionisti che fanno propaganda per Washington») e sostituendo personaggi come Giorgio Bianchi e Alessandro Orsini con David Parenzo e Fabio Fazio. La pubblicazione del fotomontaggio fa seguito agli attacchi al Corriere della Sera, accusato di aver diffuso una lista di proscrizione basata sul falso, in quanto smentita sia dal Presidente del Copasir Adolfo Urso che dal sottosegretario con la delega alla sicurezza Franco Gabrielli.


«Per Par condicio», scrive l’attore nel suo post, sostenendo che «non sarebbe cosa ingiusta» e che sarebbe «solo satira». Nel montaggio, oltre a David Parenzo e Fabio Fazio, sono stati riportati anche Lilli Gruber, Gianni Riotta, Federico Rampini, Alan Friedman, Enrico Mentana e Roberto Saviano. Giornalisti e protagonisti della televisione italiana che si sono posizionati apertamente contro l’invasione russa in Ucraina, segnalati nell’immagine modificata come coloro che attaccano «quelli dalla parte dei russi», ammettendo che quelli che “attaccano” sono effettivamente filo Putin.


Leggi anche: