Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Zelensky celebra l’intesa per l’export: «Abbiamo pronti 10 miliardi di dollari di grano»

Il patto è stato firmato a Istanbul e prevede corridoi sicuri da Odessa e da altri due porti ucraini per consentire il passaggio di almeno 25 milioni di tonnellate di grano

Il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky ha celebrato l’accordo per l’esportazione del grano firmato a Istanbul. A riportare le sue parole è il quotidiano Ukrainska Pravda che cita anche i numeri delle esportazioni: potranno essere portate fuori dall’Ucraina 20 milioni di tonnellate del raccolto dello scorso anno e si potrà già vendere anche il grano prodotto quest’anno, ancora in fase di raccolta. Flussi di risorse che aiuteranno l’economia ucraina, come spiega Zelensky: «Ora abbiamo circa 10 miliardi di dollari di grano. Inoltre così preveniamo una catastrofe: una carestia potrebbe portare al caos politico in molti Paesi».


Zelensky ha affermato anche che sarà l’Onu a garantire la tenuta di questo patto: «Tutti capiscono che la Russia potrebbe impegnarsi in provocazioni, tentativi di screditare gli sforzi ucraini e internazionali. Ma abbiamo fiducia nelle Nazioni Unite. Ora è loro responsabilità garantire il rispetto dell’accordo». Sempre il presidente ucraino ha spiegato in un’intervista al Wall Street Journal che la guerra è ancora in corso e ogni giorno muoiono decine di soldati al fronte: «Attualmente, ogni giorno, circa 30 militari ucraini muoiono al fronte e circa 250 vengono feriti. Al culmine delle ostilità tra maggio e giugno, l’Ucraina perdeva dai 100 ai 200 militari al giorno».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: