Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Napoli, tutto su Raspadori: ora il Sassuolo apre

Gli azzurri hanno già trovato l’accordo con la punta del Sassuolo. I rossoneri hanno chiesto all’attaccante di rimanere in Emilia almeno per un’altra stagione

Dopo Kim Min-jae, il Napoli sta mettendo a punto un piano per strappare Giacomo Raspadori al Sassuolo. Gli emiliani si sono già privati di una colonna della squadra come Scamacca in questa finestra di calciomercato e adesso, in attacco, non vorrebbero perdere anche un’altra pedina importante. Il giocatore però ha già trovato un accordo con il club di De Laurentiis e spinge per trasferirsi in azzurro. Un’intenzione, quella di Raspadori, confermata anche dalle parole dell’amministratore delegato neroverde Carnevali: «Abbiamo già fatto una cessione importante e a gennaio abbiamo ceduto Boga, quindi non abbiamo bisogno di vendere, anche se frenare un calciatore che ha ambizioni non è semplice. Raspadori ha una richiesta dal Napoli, vediamo come finirà nei prossimi giorni». In ogni caso a Reggio Emilia non sembrano perdersi d’animo e sono pronti ad una contromossa per cercare di convincere l’attaccante a rimanere. Carnevali infatti è intenzionato ad offrire un rinnovo di contratto con ingaggio ritoccato e la promessa di lasciar andare il giocatore l’anno prossimo, nel caso in cui arrivasse una squadra pronta a prenderlo.


Per Frattesi la Roma si allontana

ANSA | Davide Frattesi con la maglia del Sassuolo

Se per il Sassuolo il rischio di perdere Raspadori sembra concreto, aumentano invece le chance di permanenza per Davide Frattesi. Una mese fa il centrocampista sembrava vicino alla Roma ma, da un paio di settimane, la trattativa è arenata. Anche Carnevali ha confermato come la pista giallorossa si sia ormai raffreddata: «Per Frattesi c’è stato più di un contatto con la Roma, ma al momento siamo fermi perché la loro proposta non si avvicinava alla nostra richiesta. Non è che possiamo cedere tanti giocatori e vogliamo toglierci ancora tante soddisfazioni». Per il ragazzo cresciuto calcisticamente a Trigoria, il ritorno a casa appare sempre più lontano.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: