Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Manchester United, serve una svolta: assalto a Casemiro del Real Madrid

I Red Devils cercano un rinforzo importante per risollevare il morale dei tifosi e uscire dalla crisi che ha coinvolto la squadra di Ten Hag

Il Manchester United sta attraversando una crisi nera. Oltre alla grana Cristiano Ronaldo – ancora tutta da risolvere – a gettare nello sconforto i tifosi dei Red Devils sono stati i risultati a dir poco deludenti ottenuti dalla squadra del neo tecnico ten Hag nelle prime due giornate di campionato, riuscito nell’ ‘impresa’ di ottenere la peggior partenza per lo United da quando è nata la Premier League: prima il 2-1 subito con il Brighton, poi i 4 gol incassati in 35′ contro il Brentford. Un ruolino di marcia da incubo che ha fatto drizzare le antenne alla dirigenza del club, che adesso è a caccia di validi rinforzi sul calciomercato per provare a risollevare la situazione.


Idea Casemiro

ANSA | Casemiro in azione con la maglia del Real Madrid

A Manchester sanno che per provare a cambiare le cose servono investimenti importanti per giocatori di caratura internazionale in grado di risollevare le sorti della squadra di ten Hag. Per questo i Red Devils vorrebbero provare a strappare Casemiro al Real Madrid, centrocampista brasiliano pluricampione d’Europa con le Merengues. Lo United sembra pronto a mettere sul piatto 80 milioni di euro per il cartellino del mediano dei Blancos, mentre al giocatore è stato proposto un ingaggio raddoppiato. Casemiro, che negli ultimi mesi ha iniziato a guardarsi intorno dopo anni trascorsi in Liga, sta prendendo in considerazione l’offerta. Appare comunque difficile che un giocatore del suo calibro decida di trasferirsi in un club che – attualmente – non gli consentirebbe di giocare la Champions League. In più il Real Madrid non ha alcuna intenzione di cedere uno dei pilastri del centrocampo di Ancelotti. Per questo le possibilità che il brasiliano decida di traferirsi al Manchester United rimangono basse.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: