Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Milan, a centrocampo piace Onyedika del Midtjylland

Per sostituire Kessie i rossoneri pensano al centrocampista nigeriano classe 2001, fiore all’occhiello della formazione danese

A meno di due settimane dalla fine del calciomercato, il Milan è sempre a caccia di un rinforzo per il centrocampo in grado di colmare il vuoto lasciato da Frank Kessie. Partendo dal presupposto che trovare un ‘clone’ del nuovo rinforzo del Barcellona è praticamente impossibile, i rossoneri si stanno comunque muovendo su profili con caratteristiche simili a quelle dell’ivoriano. Il primo nome sul taccuino di Maldini e Massara è quello di Raphael Onyedika del Midtjylland. Un primo contatto tra le due società c’è già stato, ma il club danese attualmente è senza un allenatore e una decisione sul futuro del centrocampista – valutato circa 8 milioni di euro – verrà presa soltanto dopo aver individuato un nuovo tecnico ed aver ascoltato il suo parere in merito. Dunque a Milano sono ancora in attesa di capire se quella che porta al nigeriano sia una pista realmente percorribile oppure no.


Chi è Onyedika

ANSA | Raphael Onyedika in azione con la maglia del Midtjylland 

Nato in Nigeria nell’aprile 2001, Onyedika cresce calcisticamente nell’Ebedei, uno dei club satellite del Midtjylland da cui i danesi negli anni hanno pescato più di un giocatore. Ed è proprio con la maglia della squadra nigeriana che il centrocampista si mette in mostra convincendo il Midtjylland  ad investire su di lui. Nel 2019 si trasferisce in Danimarca, dove viene aggregato alla formazione Primavera totalizzando 25 apparizioni tra Youth League e campionato. Considerato l’ottimo impatto con il calcio scandinavo, viene mandato a fare esperienza in prestito in seconda divisione danese con il Fredericia. Onyedika disputa una stagione di tutto rispetto, totalizzando 27 presenze arricchite da 27 presenze, 3 gol e un assist. Un rendimento che convince il Midtjylland a farlo rientrare alla base. Nella scorsa stagione si è ritagliato un posto da titolare, accumulando anche esperienza sul piano internazionale: a fine stagione infatti sono 4 le presenze – con 1 gol – accumulate nei preliminari di Champions League, 5 in Europa League e 2 in Conference League.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: