Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bonus trasporti, nel primo mese un milione di voucher. Da oggi si possono fare le nuove richieste, ecco come

Sul portale del governo dedicato sarà possibile fare nuove richieste attraverso Spid o Carta d’identità elettronica. Orlando: «Sostegno in più durante la crisi»

A un mese dal lancio del bonus trasporti è stato superato il milione di voucher emessi per un importo massimo di 60 euro ciascuno. A farlo sapere è il ministro del Lavoro Andrea Orlando, che a numeri alla mano definisce il livello di adesioni raccolte «un importante risultato», rinnovando l’obiettivo di «sostenere famiglie, studenti, lavoratori e pensionati in un momento di crisi causata anche dal rincaro energetico». Il bonus trasporti introdotto per la prima volta dal decreto Aiuti, con 79 milioni di euro a disposizione e poi confermato nel decreto Aiuti Bis con l’aumento a 180 milioni, è partito lo scorso 1° settembre per una copertura pari a 3 milioni di persone. A distanza di un mese dal via alla misura, oggi 1° ottobre, è possibile richiedere nuovamente il bonus per abbonamenti mensili, per chi ne abbia già utilizzato uno nel mese di settembre, o per abbonamenti annuali per quelli che il mese scorso non ne hanno fatto ancora richiesta.


Come fare domanda? Dati necessari e tempistiche

Per richiedere il bonus trasporti è necessario accedere al portale dedicato bonustrasporti.lavoro.gov.it. Si dovrà quindi entrare nell’area riservata attraverso Spid o Carta d’identità elettronica e compilare tutti i campi richiesti. Si ha tempo per fare richiesta fino al 31 dicembre 2022. Nella domanda andrà inserito l’importo del buono richiesto a fronte della spesa prevista e il nome del gestore del servizio di trasporto pubblico che si intende utilizzare. Si dovrà poi allegare la dichiarazione sostitutiva di autocertificazione riguardante i dati anagrafici, (in caso di minore, il richiedente, assieme al proprio codice fiscale, deve anche attestare che il beneficiario sia fiscalmente a suo carico), e il reddito complessivo del 2021.  


Chi può richiederlo? Reddito e requisiti

La prima condizione necessaria per richiedere il Bonus Trasporto è il reddito: bisognerà dimostrare un reddito complessivo che non supera i 35mila euro. Il secondo requisito è che l’abbonamento, o gli abbonamenti nel caso dei mensili, siano acquistati entro il 31 dicembre del 2022. Può essere pari fino al 100% della spesa. Perché l’utilizzo sia valido il bonus deve essere richiesto per l’acquisto di abbonamenti annuali o mensili relativi al servizio di trasporto pubblico, locale, regionale e interregionale o per i servizi di trasporto ferroviario nazionale. In questo caso non sarà possibile inviare domanda per i servizi come prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area.

Come funziona? Emissione e scadenze

Il bonus verrà distribuito tramite voucher e sarà spendibile in un solo gestore di trasporto. Sarà poi contrassegnato da un codice identificato univoco, il codice fiscale del beneficiario, l’importo, la data di emissione e di scadenza. Se non utilizzato entro il mese di emissione, il bonus viene annullato e il beneficiario non potrà presentare una nuova richiesta nello stesso mese. La quota dei buoni eventualmente non utilizzata rientrerà automaticamente nella disponibilità del Fondo.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: