No! Questo test per Covid-19 e influenza non dimostra che sono la stessa cosa

Torna a circolare la teoria infondata dei negazionisti della Covid-19

A volte da disinformazione passa attraverso fotografie autentiche, commentate in maniera del tutto vaga, lasciando che siano i pregiudizi degli utenti bersaglio a completare il tutto. Un esempio possono essere le immagini condivise su Facebook che immortalano una confezione del test antigenico Fanttest che reca la scritta (segnalata con un cerchio rosso da chi diffonde l’immagine): «COVID-19/Influenza A&B Antigen Test Kit». Secondo la narrazione complottista si tratterebbe di una presa in giro e che la Covid-19 sarebbe una banale influenza. Ovviamente non è così.

Per chi ha fretta:

  • È possibile realizzare test antigenici rapidi che utilizzano separatamente anticorpi diversi che rispondono ad antigeni specifici, permettendo di rilevare patogeni diversi.
  • Tali test non dimostrano che la Covid è normale influenza, perché la positività deve essere accertata coi test PCR, che ne rilevano la traccia genetica.
  • La scomparsa dell’influenza lo scorso inverno si spiega proprio con le condizioni pandemiche che si sono andate a creare.

Analisi

Come accennato questo genere di narrazioni restano sul vago, lasciando che siano gli utenti a “collegare i puntini”, mediante i propri preconcetti (abbiamo censurato le parti più scabrose con degli asterischi):

La presa per il culo sputata su tela ipocrita 🤡
Un test efficacissimo per capire con precisione quanto sei co***one 💔

Quello in oggetto è per la precisione un test rapido e richiede comunque di fare un ulteriore test PCR per accertare la concreta presenza attiva del virus.

Come funziona questo genere di test rapido

Un test antigenico funziona mediante precisi anticorpi che rispondono esclusivamente all’antigene di un patogeno, ed è possibile farselo in casa mediante un semplice tampone nasale. È possibile crearne con anticorpi diversi per diagnosticare la positività a patogeni differenti, come spiegato nella nostra Guida ai test diagnostici. La narrazione proviene dagli Stati Uniti, come dimostra il precedente fact-checking dei colleghi di USA Today. Abbiamo dunque conferma che la narrazione in oggetto è volta proprio a sostenere che la Covid-19 altro non sia che un travisamento dei virus influenzali, individuati col kit in oggetto:

So you can buy a test kit for Covid19 & Influenza A&B. Conclusion:
1. Covid19 no real difference than the FLU.
2. That’s why there mysteriously was NO FLU last year – all misdescribed as Covid19.

I colleghi americani hanno confermato che è perfettamente normale che tali test possano rilevare patogeni diversi: basta che gli anticorpi siano specifici per i differenti antigeni, separatamente. Esistono anche altre aziende dedite alla produzione di questo genere di kit, come la Vitrosens, che a fornito una spiegazione più dettagliata sul funzionamento di questo genere di prodotti:

Come altri test antigenici, il test rapido dell’antigene COVID-19 e dell’Influenza A/B si basa sull’interazione tra anticorpi e antigeni. […] La striscia reattiva contiene diverse linee di anticorpi altamente sensibili anti-SARS-CoV-2, anti-influenza A e anti-influenza B per legare e catturare antigeni specifici per ciascun patogeno.

Scomparsa e ritorno dell’influenza

Non approfondiremo la questione dell’influenza apparentemente scomparsa l’anno scorso (tornando proprio in questo periodo) perché non è direttamente menzionata nella condivisione in oggetto. Ci basta ricordare che proprio le le norme di distanziamento sociale adottate potrebbero aver giocato un ruolo, mentre l’ipotesi dell’interferenza virale per quanto plausibile non è dimostrata. Per approfondire potete recuperare le nostre analisi precedenti:

Conclusioni

I test antigenici rapidi che possono rivelare patogeni diversi hanno un principio di funzionamento molto semplice e per niente misterioso. Non possono dimostrare dunque che la Covid-19 sia una banale influenza, anche perché è necessario comunque accertare la presenza del virus attivo mediante test PCR.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: