No! Questa nella foto non è Olena Zelenska e non ci sono prove che abbia fatto shopping per 40 mila euro a Parigi

Oltre al fotomontaggio, la narrazione del presunto shopping è stata diffusa da un utente che non porta alcuna prova a sostegno

Circola la narrazione che vede la first lady dell’Ucraina Olena Zelenska, moglie di Volodymyr Zelensky, beccata a spendere 40.000 euro di prodotti di marca durante la sua recente visita a Parigi. A rendere credibile la storia è stato un account Twitter di una presunta testata inglese, senza però riportare alcunché all’interno del suo sito. A diffondere per primo la narrazione risulta però un altro account, il quale riporta come “fonte affidabile” un anonimo commesso di uno dei negozi di Avenue Montaigne (senza citare quale).

Per chi ha fretta:

  • A rendere virale la fantomatica notizia è stato l’account di una presunta testata giornalistica inglese, che però si limita a riportare il tutto in un tweet del 14 dicembre 2022 e non sul proprio sito web.
  • La prima diffusione della narrazione risale però al 12 dicembre 2022, il giorno dopo l’arrivo di Olena a Parigi.
  • Il primo a diffondere la storia è stato un account Twitter in lingua francese che dichiara di risiedere negli Stati Uniti.
  • L’account cita come unica “fonte affidabile” un commesso di uno dei negozi di Avenue Montaigne.
  • Mentre in passato eravamo abituati ad assistere alle polemiche contro Laura Boldrini o Cecile Kyenge mentre facevano shopping, come testimoniano foto e video, per una delle donne più famose e osservate nel mondo durante il 2022 non c’è alcuna prova che testimoni la vicenda.

Analisi

Ecco uno dei testi che circolano online, accompagnato nel post da un’immagine riportante informazioni false sulle due persone ritratte (Olena Zelenska e Brigitte Macron):

OLENA, LA MOGLIE DEL COCAINOMANE ZELENSKY VA A PARIGI E FA COMPERE PER 40.000 EURO!

Il circo continua e la gente ride e applaude i pagliaccetti che ogni tanto entrano nel tendone! Olena Zelensky, moglie del piccolo ashkenazita drogato messo dal Deep State a gestire l’Ucraina è andata a Parigi a trovare Brigitte Macron, il marito del presidente omosex francese. Scopo del viaggio? Ufficialmente racimolare ancora soldini per finanziare i nazisti nella guerra contro la Russia. Ma visto che era a Parigi poteva non fare un po’ di shopping? Ovvio che no. In fin dei conti sono in guerra!

Sembra che la gnocca ucraina, alla faccia dei morti di fame che stanno vivendo i disagi della guerra, abbia speso circa 40.000 euro! Chissà se avrà comperato ancora delle ridicole magliettine verde militare per quella nullità di attore che vive con lei! Lo ripeto: è tutto un circo!

Sveglia

Nell’immagine si afferma che Brigitte Macron sia un uomo, una falsità che circola da tempo, mentre Olena viene descritta come moglie di un cocainomane, una bufala datata che circola contro Zelensky (ne parliamo qui, qui e qui).

La presunta fonte

In un’immagine, condivisa insieme alle accuse contro Olena, è presente la fonte della fantomatica notizia: l’account Twitter SGM World News (@SGMWorldNews) associato al sito britannico Sunderlandglobalmedia.org. Ecco il contenuto del tweet pubblicato il 14 dicembre 2022 (alle 2:41 del mattino secondo il fuso orario italiano):

BREAKING: Olena Zelenska, wife of Ukrainian President Zelensky, reportedly spent €40000 on a shopping trip in Paris while visiting the country to plead for more support for Ukraine, store employees have claimed online.

La narrazione è stata diffusa anche dagli account americani, come quello di @ImMeme0 che riporta la spunta di Twitter Blue a pagamento:

I’m glad that we are sending billions of our tax money so Zelensky’s wife can go on $42,500 shopping spree in Paris. Fuck Zelensky and his corrupt regime and everyone who supports them.

Un fotomontaggio

In Italia la narrazione è circolata insieme a un’immagine che ritrae Olena all’interno di un volo privato con dei vestiti ritenuti di lusso, ma si tratta di un fotomontaggio:

La foto risulta quella di Richard Heart, come riportato in una galleria di Newsweek e dal suo stesso account Twitter.

L’origine della narrazione

Non c’è traccia di una storia del genere all’interno del sito Sunderlandglobalmedia.org. A dare la presunta notizia non è l’account SGM, troviamo la stessa narrazione in un tweet del 12 dicembre 2022 dell’account De Fabron Olivier (@DeFabron):

L’épouse de Mr Zelensky, Olena Zelenska, de passage à Paris aujourd’hui, aurait dépensé 40000€ lors d’un passage d’1h dans un magasin de l’Avenue Montaigne… (Source fiable : Employée du magasin en question en charge de l’encaissement des clients).

Nessuna prova

La presunta fonte, citata nel tweet di De Fabron, sarebbe un impiegato di uno dei negozi (si ipotizza che il riferimento sia a uno che lavora presso le casse), dopo una permanenza all’interno di almeno un’ora da parte di Olena. L’utente condivide lo screenshot di un articolo, molto probabilmente una copia di quello pubblicato nel sito Ladepeche.fr dove non vi è alcuna informazione a riguardo del presunto “shopping sfrenato” di Olena a Parigi presso una delle zone, Avenue Montaigne, dove sono presenti negozi di aziende famose come Louis Vuitton, Prada e Chanel.

Parliamo di una zona ben nota e descritta come la via dello shopping più costosa di Parigi. Se si fosse presentata la moglie del Presidente dell’Ucraina, qualcuno dei presenti l’avrebbe quantomeno notata e fotografata soprattutto visto il personale di scorta al seguito. Una visita in Francia tutt’altro che nascosta, considerando il fatto che l’arrivo di Olena Zelenska, atterrata a Parigi domenica 11 dicembre, era noto al pubblico da tempo e raccontato dagli account istituzionali come quello di France Diplomatie (nel tweet taggano due account sbagliati).

L’account dell’utente “di St. Petersburg”

L’account che ha diffuso per primo la narrazione, oltre a non fornire alcuna prova a sostegno nonostante le richieste da parte degli utenti. C’è chi ha insinuato che «secondo una fonte affidabile» De Fabron avrebbe ricevuto 6482 euro per supportare la campagna militare russa, ottenendo il blocco.

L’account @DeFabron dichiara nella sua biografia Twitter di risiedere a St. Petersburg (Florida, Stati Uniti), una geolocalizzazione che conferma in altre occasioni.

L’account @DeFabron riporta diversi contenuti controversi contro l’Ucraina e tipici della propaganda russsa, come quelli dove insinua che Zelenky e sua moglie siano dei cocainomani.

I tweet dell’account riportano, inoltre, diversi contenuti in chiave omofobica e razziale (ad esempio contro Macron e in particolare Brigitte).

Il “seguitissimo” sito inglese

L’account Twitter SGM World News (@SGMWorldNews), ossia quello che ha dato maggior slancio alla narrazione, risulterebbe collegato al sito del Sunderland Global Media (registrato nel 2021), il quale si presenta come «una delle testate giornalistiche più diffuse nel nord-est dell’Inghilterra». Non risulta alcuna pagina “About us” che riporti quantomeno chi siano gli editori, mentre nella pagina “Commercial” afferma di ottenere milioni di visualizzazioni tramite la sola pagina Facebook (22 mila fan, aperta nel 2017) dove si rende disponibile a pubblicare post pubblicitari a partire da 10 sterline l’uno. In un annuncio sul sito, pubblicato nell’agosto 2022, viene quantificato un pubblico di 80 milioni di utenti durante l’estate al fine di trovare un Pub di Sunderland disponibile ad avviare una partnership di «promozione reciproca» con le seguenti modalità: contenuti pubblicitari all’interno delle piattaforme social, organizzazione di eventi e invio di materiale pubblicitario per promuovere SGM all’interno del locale.

Il sito ospita un Forum dove risultano presenti alcuni interventi da parte di un singolo utente che risulta esserne anche moderatore, un tal Jamie Smith che risulta essere anche autore degli articoli del sito .

Una curiosità sul numero 40.000

Il numero 40.000 risulta curiosamente identico a quello pronunciato dalla stessa Olena Zelenska alcune settimane prima durante un evento della Fondazione Victor Pinchuk: «More than 40,000 war crimes have been registered in Ukraine». Cercando attraverso i motori di ricerca nome e numero, risulta facile scovare articoli di siti come il bufalaro NewsPunch, affossando la notizia precedente.

Conclusioni

Non risulta alcuna prova a sostegno della narrazione diffusa dall’account franco-americano @DeFabron. La presunta esistenza di un “commesso che racconta cose” non trova riscontro con foto o video che riportino la presenza di Olena Zelenska in una delle vie dello shopping note di Parigi, dove i frequentatori avrebbero notato anche la relativa scorta della donna tra le più note e importanti del 2022. La foto diffusa per sostenere gli acquisti folli risulta un fotomontaggio.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: