PRIMO PIANO

Caso Diciotti, una parte della base M5S contro il quesito lanciato su Rousseau

Charlotte Matteini - 17/02/201913:29Aggiornato 18/02/2019 12:06

Moltissimi attivisti stanno protestando contro i vertici pentastellati, sottolineando da un lato la poca chiarezza del quesito che verrà posto su Rousseau e dall'altro l'incoerenza della posizione rispetto ai tradizionali principi del Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle ha confermato che gli iscritti potranno esprimere su Rousseau il proprio parere sulla vicenda Diciotti, che sta coinvolgendo il ministro Matteo Salvini, e decidere se concedere, o meno, l'autorizzazione a procedere contro di lui. Il quesito, però, non è molto chiaro: la domanda che verrà posta agli attivisti contiene una doppia negazione e gli iscritti dovranno dunque votare «sì» per negare l'autorizzazione oppure «no» per concederla. Numerosi sono i commenti di protesta pubblicati su Facebook, su Twitter e sullo stesso Blog delle Stelle, gli attivisti sembrano propendere, contrariamente a quanto indicato dai vertici, per il sì all'autorizzazione.

Sullo stesso tema

Loading ...
Failed to load data.