«Auguri e figli maschi!»: La risposta di Salvini alle ragazze del selfie

di OPEN

«A me se una ragazza vuole stare con una ragazza o un ragazzo vuole fare l’amore con un altro ragazzo non frega nulla», ha detto il vicepremier durante un comizio a Gela. «Basta che non si faccia finta che non esistono mamma e papà. Che non si cancellino le due parole più belle del mondo».

«Evviva l’amore. Peace and love». Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha commentato durante un comizio a Gela del 26 aprile il selfie scattato il giorno prima con due ragazze a Caltanissetta.


«Pensando di farmi uno sgarbo», racconta Salvini alla platea, «due ragazze salgono e mi chiedono: “Ministro possiamo farci una foto?”. Ho detto: “Certo”. Loro prendono e si baciano. E a me hanno fatto piacere». Gaia e Matilde, entrambe diciannovenni, sono attiviste dell’associazione studentesca Rete degli studenti medi e del circolo Arci Out di Caltanissetta.

A Open Gaia ha raccontato di averlo fatto per dimostrare il loro dissenso nei confronti del Congresso delle Famiglie di Verona dello scorso marzo. «A me se una ragazza vuole stare con una ragazza – continua il vicepremier -o un ragazzo vuole fare l’amore con un altro ragazzo non frega nulla. Basta che non si faccia finta che non esistono mamma e papà. Che non si cancellinole due parole più belle del mondo».

«Ho detto: auguri e figli maschi! Non si sa mai», ride Salvini. «Avevo già visto che erano quelle che fischiettavano in fondo Bella Ciao, Bandiera Rossa, Il comunismo trionferà e trullallero trullallà».