Netflix celebra il Pride con Spadino: «Sì, la nostra è una lobby gay»

Il colosso dello streaming celebra il Pride Month: «La lobby più colorata d’Italia vi aspetta al Pride»

Tra tutte le celebrazioni del Gay Pride non poteva mancare quella del marchio che ha messo la firma su ogni evento o ricorrenza degli ultimi anni: Netflix. E stavolta ha giocato più facile del solito, sfruttando l’immagine si uno dei personaggi più amati dagli abbonati italiani, Spadino di Suburra.

«Sì, la nostra è una lobby gay», dice Spadino, (interpretato da Giacomo Ferrara) seduto su una poltrona/trono. La voce del co-protagonista della serie di Stefano Sollima, che per due stagioni si districa tra le tradizioni conservatrici della sua famiglia rom e la sua natura omosessuale, guida l’intera clip video.

«Abbiamo un preciso rituale d’iniziazione e facciamo il possibile per non dare nell’occhio. Ognuno ha il suo ruolo». Mentre parla, si susseguono le immagini di diverse serie tv di produzione Netflix, come Orange is the new black, Grance, Sense8 e altre.

«C’è chi sbriga gli affari più delicati e chi gestisce le relazioni con l’estero. Il tesoriere si occupa del denaro, mentre il presidente onorario è al comando. E ovviamente sono io». «Siamo temuti per la nostra rete di contatti e la quantità di adepti – continua Spadino – e non smettiamo mai di espandere la nostra influenza. Una volta all’anno, poi, ci riuniamo in un luogo segreto e celebriamo la nostra potenza, lontano da occhi indiscreti».

«La lobby più colorata d’Italia vi aspetta al Pride», conclude Spadino. Ancora una volta Netflix fa sfoggio di tutta la sua creatività gay friendly, che fin dall’inizio gli ha garantito un seguito enorme tra i millennials.

Leggi anche: