May Lee, la storia della 99enne che lavora ancora nei dipartimenti finanziari californiani

La donna non è una semplice stakanovista, ma fu la prima cinese – americana a varcare la soglia del dipartimento delle Finanze californiano

May Lee è una sorridente anziana che domenica 23 giugno ha spento 99 candeline. La donna cinese – americana da ormai 76 anni si sveglia ogni mattina alle 6 e va al lavoro nel dipartimento delle Finanze della California a Sacramento. È infatti lei, malgrado la veneranda età, la responsabile dei controlli sul budget statale dello Stato californiano. 

Andata ufficialmente in pensione nel 1990, May Lee da 29 anni continua ufficiosamente a lavorare quattro giorni a settimana come volontaria negli uffici della Finanza della California.

May Lee e la sfida al Congresso contro la discriminazione verso i cinesi – americani

May Lee, però, non è una semplice stakanovista, anche perché il suo motto è «se hai sempre qualcosa da fare, ti godi meglio la vita». In giovane età May Lee fu infatti la donna che permise agli americani di origine cinese di poter essere assunti da aziende di Stato o municipalizzate. 

La donna, all’epoca studentessa universitaria, si presentò davanti al Congresso americano sottolineando l’incostituzionalità dell’allora versione dell’articolo 19, che impediva agli americani di origine asiatica di essere assunti nella pubblica amministrazione statunitense.

La legge venne ridiscussa del Congresso Usa e venne cambiata. Fu così che May Lee divenne la prima donna cinese – americana a varcare la soglia del dipartimento delle Finanze californiano. 

Il segreto della longevità

Il segreto della sua longevità è racchiuso in un’alimentazione sana, ricca di verdure, e nell’essersi sempre tenuta in movimento, ottimizzando così la propria circolazione sanguigna: «Per cinquant’anni non ho mai avuto una sedia in ufficio, ho sempre lavorato in piedi», racconta la donna al giornale locale The Sacramento Bee. May Lee chiosa poi con una battuta: «Posso andare avanti fino ai cento anni».

Leggi anche: