Inter, Conte lancia l’allarme Perisic: «Non può fare l’esterno». Cambia il mercato?

Secondo l’allenatore il croato non è adatto al 3-5-2. Arrivano i complimenti, invece, per Dalbert

Il calcio d’estate non vale – si diceva un tempo -, ma provate a spiegarlo ad Antonio Conte: non sarà granché d’accordo.

La sconfitta della sua Inter contro il Manchester United (0-1) nella prima gara di Icc non è roba da strapparsi i capelli, ma l’allenatore nerazzurro, che già in sede di conferenza pre-gara aveva manifestato alcune perplessità sulle tempistiche del calciomercato della sua squadra, lancia un altro allarme.

Che va oltre la sconfitta e si chiama Ivan Perisic: «Non penso sia adatto per fare il ruolo che gli chiedo – ha detto Conte, che in teoria voleva utilizzarlo come quinto di sinistra a centrocampo -. L’unico posto in cui in questo momento può giocare è da attaccante».

E infatti Perisic ha fatto la seconda punta nel secondo tempo contro i Red Devils. Ruolo chiaramente non suo. E il croato, che in passato era stato provato da Spalletti anche come trequartista (ma per poco), non rientra nella categoria incedibili.

Tutt’altro, anche se il Manchester, che lo scorso anno lo voleva, non si è fatto sentire. Perisic, ha già rifiutato una offerta dalla Cina; vuole restare all’Inter (ma a questo punto per giocare dove?) o, in alternativa, cimentarsi in una nuova sfida in Premier League.

In attesa di eventuali offerte, e con altri due giocatori fuori dal progetto (Icardi e Nainggolan), a sorpresa da Singapore riemerge Dalbert:«Ha disputato la partita con grande applicazione» – ha detto Conte. Ma il destino dell’esterno sembra segnato, lontano da Milano, con il Lione che ha già chiesto informazioni.

Foto di copertina / Ansa

Leggi anche: