Napoli, Pepé firma con l’Arsenal. Ora tutto su Icardi

L’ivoriano è dei Gunners. Super contratto per lui, il nerazzurro prima scelta. Ma è ancora tutto fermo

Non c’è stato, come previsto, il rilancio del Napoli per Nicolas Pepé. L’attaccante ivoriano ha svolto le visite mediche con l’Arsenal, firmando a margine il contratto con gli inglesi: 5 anni a 6 milioni di euro a stagione. Cifre ampiamente superiori a quelle offerte dagli azzurri, che si erano spinti fino alla soglia dei 4, bonus compresi. Al Lille, titolare del cartellino, vanno 80 milioni di euro.

Il borsino azzurro

Pepé si tira fuori

Dal borsino di casa Napoli viene, dunque, depennato il nome che fino a qualche giorno fa avrebbe dovuto incarnare il famoso top player a disposizione di Carlo Ancelotti. E, invece, le gerarchie tornano a variare.

In cima torna Mauro Icardi e paradossalmente il Napoli, grande nemico della Juventus nelle ultime stagioni, deve tifare per Lukaku in bianconero per avere strada libera e trattare con l’Inter Maurito, confinato all’esterno del progetto nerazzurro.

Il Napoli, per ora, non spinge. Attende l’incastro Lukaku per capire se il primo, vero rivale, la Juventus (assoluta prima scelta di Icardi), assegnerà la numero 9 al belga, lasciando all’Inter solo la carta Napoli per liberarsi dell’ex capitano.

View this post on Instagram

☀️🌊

A post shared by Μαυʀɸ Iϲαʀδι – MI9 (@mauroicardi) on

Le cifre e gli incastri

De Laurentiis, che per Pepé avrebbe investito 80 milioni di euro, potrebbe risparmiarne una ventina per prendere Icardi. Lo scoglio sarebbe costituito dall’ingaggio, intorno agli 8 milioni di euro, e dai diritti di immagine. Adl, però, potrebbe fare un doppio sacrificio concedendo anche una deroga alla linea politica del club su questi due ultimi fattori. Dipende tutto dalla Juve, da Lukaku e dall’effettiva voglia del Napoli di fare un pesante investimento.

Naftalina James

Diverso per caratteristiche, ma prima scelta di Ancelotti, è James Rodríguez. Il Real al momento lo blocca, più per una questione numerica che tecnica. Ma i possibili arrivi in combo di Pogba ed Eriksen potrebbero riportare il colombiano lontano dai progetti di Zidane (non che ora ci sia saldamente attaccato). Bisogna aspettare. Ma fino a quando sarà possibile farlo? Col mercato inglese in chiusura l’8 agosto, questa è la settimana più intensa. Poi, per i grandi colpi, potrebbe essere troppo tardi.

Foto di copertina Ansa / Pepé

Leggi anche: