Bergamo, tampona due giovani dopo una lite: morto anche l’altro ragazzo di 18 anni

Il 33enne Matteo Scapin, che era alla guida dell’auto, è stato arrestato

Matteo Ferrari, 18 anni, non ce l’ha fatta. Anche lui, come l’amico di 21 anni Luca Carissimi, ha perso la vita dopo che lo scooter su cui erano a bordo è stato tamponato (con ogni probabilità volontariamente) dal 33enne Matteo Scapin.

Il giovane al volante della vettura è stato arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso e sulla vicenda sta indagando la Polizia Stradale di Bergamo.

Tutto sarebbe accaduto intorno alle 4 del mattino dopo una lite fuori da una discoteca ad Azzano San Paolo, nel bergamasco, ma la dinamica è ancora poco chiara, e gli investigatori sono ancora al lavoro. I giovani, stando alle prime informazioni, erano appena usciti dalla discoteca Setai di Orio al Serio (Bergamo) quando sono stati tamponati da un’auto, forse una Mini Cooper, guidata da Matteo Scapin , 33 anni, di Curno.

In un primo momento l’uomo si è allontanato dal luogo dell’incidente, per poi presentarsi più tardi alla polizia. Sembra anche che fra i tre ci fosse stata prima una lite per futili motivi, forse degli apprezzamenti poco graditi a una ragazza.

Nella foto di copertina Matteo Ferrari

Leggi anche: