Si schianta con l’auto dopo aver postato un video su Facebook: morto il figlio 13enne. L’uomo positivo alla cocaina – Video

no video src

Il figlio di 9 anni, Antonino, sopravvissuto all’impatto, è ancora ricoverato in gravi condizioni mentre il papà resta in coma farmacologico

Fabio Provenzano, l’uomo di 34 anni originario di Partinico che si era schiantato con l’auto sull’autostrada A29 Palermo-Mazara del Vallo, all’altezza di Alcamo, è risultato positivo alla cocaina. Non è chiaro quanto tempo prima l’avesse assunta (e se possa ritenersi la causa dell’impatto) ma è certo che in tasca avesse della sostanza stupefacente.

Con lui in macchina c’erano Francesco e Antonino

Con lui, nella notte tra il 12 e il 13 luglio, su quella macchina c’erano anche i suoi due figli: Francesco e Antonino. Per il più grande, 13 anni, non c’è stato niente da fare, è deceduto sul colpo; il fratellino di 9 anni, Antonino, invece, è ancora ricoverato in gravi condizioni.

Il video postato su Facebook

Poco prima dell’impatto (Provenzano avrebbe perso il controllo dell’auto, una Bmw 320, e così sarebbe finito fuori strada ribaltandosi, ndr) era stata realizzata una diretta video su Facebook in cui l’uomo mostrava se stesso e i suoi due figli. Pochi secondi di video, poi il buio. Lo schianto e la morte del piccolo Francesco. Oggi la notizia che il padre avrebbe guidato sotto effetto di cocaina.

L’uomo – accusato di omicidio stradale aggravato dal fatto di averlo commesso sotto effetto di droga – è ricoverato all’ospedale Villa Sofia di Palermo, in coma farmacologico.

Leggi anche: