Crisi di governo, Boschi (Pd): «Io sarò una mummia ma Salvini sembra imbalsamato»

L’ex sottosegretaria del governo Renzi rincara la dose sullo scambio social avvenuto con il vicepremier leghista

Continua lo scambio di battute a distanza tra Maria Elena Boschi e Matteo Salvini. L’ex sottosegretario del governo Renzi torna sugli insulti arrivati dal ministro dell’Interno nei giorni scorsi, quando aveva definito l’esponente del Pd «una mummia».

Oggi, a margine dell’incontro della direzione del Pd Boschi, ai microfoni dei giornalisti, è tornata sulla polemica con il vicepremier della Lega: «Sono ottimista, nel giro di qualche giorno credo sia cambiato completamente lo scenario: una settimana fa Salvini sembrava invincibile, oggi è fuori dai giochi. Io sarò una mummia, ma a me lui sembra abbastanza imbalsamato», ha dichiarato la deputata.

Boschi ha poi commentato la crisi di governo, a seguito delle dimissioni di Conte: «Ora spetta al presidente della Repubblica indicare la strada, noi dobbiamo garantire rispetto al suo lavoro e non tirarlo per la giacchetta da una parte e dall’altra». Su un futuro governo e l’idea di un nuovo partito con Renzi, Boschi taglia corto: «Non abbiamo all’ordine del giorno gruppi, partiti o movimenti».

Mentre, su un possibile governo di transizione a trazione M5S-Pd Boschi chiarisce che non «sarà al governo con il Movimento 5 stelle. Posso votare la fiducia se ci sarà un’ipotesi di governo, posso dare una mano sui contenuti ma al governo con i Stelle anche no, grazie».

«Garantiamo un appoggio a un esecutivo se ha un programma chiaro, forte, che possiamo condividere per quello che ha detto anche il segretario Zingaretti – ha continuato -. Ci vuole un impegno forte sui contenuti. Certo, noi preferiamo un governo istituzionale. Se sarà di legislatura, vedremo».

Leggi anche: