Lorella Cuccarini chiude in anticipo il suo show in Rai, l’ombra della crisi sovranista: flop di ascolti

Le ultime due puntate sono state accorpate in prima e seconda serata. La Rai si difende: «Nessuna chiusura anticipata»

Sarà solo una coincidenza, ma a molti non è sfuggito il fatto che un giorno dopo la caduta del giorno la caduta del governo gialloverde, anche lo show di Lorella Cuccarini abbia chiuso i battenti.

La Rai ha annunciato la chiusura anticipata di Grand Tour, il programma spin-off di Linea Verde condotto dalla showgirl che nell’ultimo anno aveva attratto molte polemiche per le sue posizioni considerate filo-sovraniste.

Le motivazioni non sono ovviamente legate alla fine dell’avventura leghista al governo, ma ai dati degli ascolti: un vero flop per il Grand Tour. La Rai si giustifica: «Nessuna chiusura anticipata. La rete ha deciso di accorpare le ultime due puntate che andranno in onda in prima e seconda serata il 23 agosto». Queste le parole della rete in una nota ufficiale. La scorsa settimana, con uno share di 1,4 milioni di telespettatori il programma condotto da Cuccarini era stato battuto anche dalla replica a di un telefilm austriaco, in onda su Canale 5.

Nelle scorse settimane, le posizioni sovraniste della Cuccarini avevano scatenato un botta e risposta virale: quello con la collega Heather Parisi. Quest’ultima aveva attaccato su Twitter la Cuccarini per le sue posizioni anti-immigrazione.

Il 4 marzo scorso, ospite di Lilli Gruber su La7 a Otto e mezzo, Cuccarini aveva esposto il suo pensiero politico: «L’idea che noi possiamo esercitare la sovranità attraverso un voto popolare è un nostro diritto. Penso sia importante ricordare che non abbiamo votato per le politiche da 10 anni? 9 anni?»

«Ci sono, in ordine rigorosamente di importanza, ballerine d’étoile, ballerine soliste e ballerine di fila e, da oggi, anche ballerine sovraniste. O forse no, solo sovraniste», aveva scritto Parisi su Twitter in risposta alla ballerina e conduttrice.

Leggi anche: