Commissione Ue: Ursula von Der Leyen presenta le nomine, Gentiloni nuovo commissario agli Affari economici

La nuova commissione si insedierà il 1 novembre. La presidente eletta sarà affiancata da tre vicepresidenti: Timmermans, Vestager e Dombrovskis

È ufficiale Paolo Gentiloni è il nuovo commissario agli Affari economici dell’Ue. Dovrà rinunciare quindi alla vicepresidenza. Lo ha dichiarato la presidente eletta Ursula von der Leyen in una conferenza stampa in cui ha ufficializzato i ruoli all’interno del suo gabinetto: tre i vicepresidenti, forte enfasi sull’ambiente, sul digitale e sull’equità, per un economia che sia «a beneficio di tutti», come ha sottolineato von der Leyen nel suo discorso.

È la prima volta che un italiano ottiene la responsabilità del pacchetto EcFin. L’indicazione dovrà ora essere validata dal Parlamento europeo, che nelle prossime settimane avvierà le audizioni di tutti i commissari nominati dalla leader tedesca.

I vicepresidenti

L’olandese Frans Timmermans è stato nominato dalla presidente eletta Ursula von der Leyen quale vicepresidente esecutivo della Commissione Ue per il Patto verde con delega al Clima; la danese Margrethe Vestager è vicepresidente esecutivo per il Digitale, con delega alla Concorrenza.

Il lettone Valdis Dombrovskis è il terzo presidente esecutivo che tornerà ad essere vicepresidente per le politiche economiche europee, con delega ai servizi finanziari e lavorerà a stretto contatto con il commissario Gentiloni.

Le altre deleghe

Commissione Europea / La squadra di von der Leyen

Ecco l’elenco completo delle altre deleghe:

  • Johannes Hahn (Austria) – Bilancio e amministrazione
  • Didier Reynders (Belgio) – Giustizia
  • Mariya Gabriel (Bulgaria) – Innovazione e gioventù a
  • Dubravka Suica (Croazia) – Democrazia e demografia che sarà anche vicepresidente
  • Stella Kyriakides (Cipro) – Salute
  • Vera Jourova (Repubblica Ceca) – vicepresidente con delega ai Valori e trasparenza
  • Kadri Simson (Estonia) – l’Energia
  • Jutta Urpilainen (Finlandia) – Partenariati internazionali
  • Sylvie Goulard (Francia) – Mercato interno
  • Margaritis Schinas (Grecia) – Sicurezza e immigrazione
  • Laszlo Trocsanyi (Ungheria) – Vicinato ed Allargamento
  • Phil Hogan (Irlanda) – Commercio
  • Virginijus Sinkievicius (Lituania) – Ambiente e oceani
  • Nicolas Schmit (Lussemburgo) – Lavoro
  • Helena Dalli (Malta) – Uguaglianza
  • Janusz Wojciechowski (Polonia) – Agricoltura
  • Elisa Ferreira (Portogallo) – Coesione e riforme
  • Rovana Plumb (Romania) – Trasporti
  • Maros Sefcovic (Slovacchia)- Relazioni istituzionali e pianificazione
  • Janez Lenarcic (Slovenia) – Gestione delle crisi

Gentiloni: «Grazie Ursula, un onore»

«Ringrazio la presidente Ursula Von der Leyen per l’incarico che mi ha assegnato nella nuova Commissione. La responsabilità di Commissario all’economia alla quale oggi sono stato candidato è di grande rilievo in un momento cruciale per il futuro dell’economia europea.

Mi impegnerò innanzitutto per contribuire al rilancio della crescita e alla sua sostenibilità sociale e ambientale. Cercherò di onorare l’Italia, il cui Governo mi ha proposto, lavorando nell’interesse di tutti i cittadini europei e in costante raccordo con il Parlamento europeo e le istituzioni dell’Unione», ha detto Gentiloni subito dopo la nomina.

Von der Leyen: Gentiloni-Dombrovskis buon equilibrio

«La scelta per l’Economia è ricaduta su Gentiloni per la sua grande esperienza. Sono sicura che darà un buon equilibrio al portafoglio in una combinazione intelligente di punti di vista diversi con Dobrovskis, con cui lavorerà», ha risposto così la presidente della Commissione Ue a chi le ha chiesto la scelta di Gentiloni.

Leggi anche: