I nomi dei commissari Ue di Ursula von der Leyen (in attesa dell’Italia): si sfila un deputato polacco, per modestia

Il dicastero interessava anche l’Italia, che per il momento non ha ancora proposto un commissario. Con l’annuncio della Francia, è l’unico Paese fondatore europeo a non averlo ancora fatto

Nuovo ostacolo per la neo presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen: dopo l’invito alla Polonia di occupare un posto più di rilievo all’interno del suo gabinetto – che si insedierà il 2 novembre – ecco che l’invito al candidato di Varsavia Krzysztof Szczerski a occupare il Commissariato per l’Agricoltura è stato respinto dall’interessato.

«Non ho le competenze», ha dichiarato il deputato del partito di destra polacco di Jaroslaw Kaczynski, Diritto e Giustizia, in un’eccezionale manifestazione di umiltà. Il testimone dovrebbe passare all’ex europarlamentare e attuale membro della Corte dei Conti Ue Janusz Wojciechowski, anche se la nomina spetta al primo ministro polacco Mateusz Morawiecki.

Il punto sulla nomina dei commissari

La nomina a Commissario per l’agricoltura aveva interessato anche l’Italia, con l’ipotesi della nomina del leghista Gian Marco Centinaio, ministro dell’Agricoltura. Ma questo era prima non solo della Crisi di Governo ma anche del mancato appoggio della lega alla nomina di von der Leyen alla presidenza della Commissione.

ANSA / Sylvie Goulard in una foto del 2018

L’Italia infatti non ha ancora proposto un commissario. Con la nomina a Commissario francese di Sylvie Goulard – ex ministro della difesa ed ex europarlamentare – da parte del presidente Emmanuel Macron, l’Italia diventa l’unico Paese fondatore dell’Unione europea a non aver ancora espresso una nomina (dopo Germania, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo e Francia).

Leggi anche: