La rabbia di Greta Thunberg alle Nazioni unite – Il video integrale

«L’unica cosa di cui siete capaci di parlare sono i soldi e le fiabe sulla crescita economica. Come osate?»

Greta Thunberg è un fiume in piena: la ragazza di ghiaccio, che per mesi, ogni venerdì, ha marinato la scuola per manifestare contro il cambiamento climatico, adesso è animata da un fuoco di rabbia. Rimprovera politici, economisti, tutti sono sotto attacco alle Nazioni unite: «Come osate a continuare a guardare dall’altra parte e venire qui dicendo che stanno facendo abbastanza?».

Il discorso dell’attivista svedese, prima che sui numeri del cambiamento climatico, si concentra sulla tragedia umana conseguenza del riscaldamento globale: «Le persone stanno morendo. Interi ecosistemi stanno crollando. Siamo all’inizio di un’estinzione di massa. E l’unica cosa di cui siete capaci di parlare sono i soldi e le fiabe sulla crescita economica eterna. Come vi permettete?».

«Il mio messaggio è che vi osserveremo. Tutto ciò è sbagliato. Non dovrei essere qui. Dovrei stare a scuola, dall’altra parte dell’oceano – dice la 16enne -. Avete rubato i miei sogni e la mia infanzia con le vostre parole vuote».

Il vertice delle Nazioni uniti arriva dopo che, venerdì 20 settembre, circa 4 milioni di persone in tutte le città del mondo sono scese in piazza a manifestare per la difesa del clima e dell’ambiente.

«Oggi non ci state presentando soluzioni o piani in linea con queste cifre. Perché questi numeri sono troppo scomodi. E non siete abbastanza maturi per dire le cose come stanno – dice la ragazza, diventata simbolo della lotta al cambiamento climatico -. Ci state deludendo, ma i giovani stanno iniziando a capire il vostro tradimento. Gli occhi di tutte le generazioni future sono su di voi. E se scegliete di fallire, non vi perdoneremo mai».

Sullo stesso tema: