Messina, fermati due presunti scafisti dopo lo sbarco di Ocean Viking

Dai video nei cellulari dei migranti, gli agenti hanno potuto individuare i due che avrebbero guidato il barcone di legno dalla Libia

Due egiziani di 42 e 24 anni sono stati arrestati dalla polizia di Messina perché sospettati di essere gli scafisti dell’ultimo barcone di legno soccorso poi dalla Ocean Viking. La nave di Sos Mediterranee e Medici senza frontiere ha potuto sbarcare solo lo scorso martedì 182 naufraghi, tutti partiti dalla Libia.

I migranti hanno raccontato agli agenti di aver pagato una somma di denaro nel Paese di origine, poi sono stati trasportati in Libia, dove hanno aspettato per giorni in un capannone. Quando poi sono stati portati sulla pspiaggia, alcuni uomini armati e col volto coperto li hanno fatti salire su un’imbarcazione di legno. E proprio grazie alle immagini registrate dai cellulari dei migranti, gli agenti hanno potuto individuare i due presunti scafisti.

Leggi anche: