Renzi (di nuovo) contro Quota 100: «Presenteremo emendamento per cancellarla». Conte: «È un pilastro della manovra»

Il leader di Italia viva torna a fare battaglia sulla riforma delle pensioni targata Lega e voluta nella manovra dal M5s

Lo scontro tra i due Mattei continua anche fuori dagli studi di Bruno Vespa. Matteo Renzi si è scagliato (di nuovo) contro la riforma delle pensioni targata Lega: «Vogliamo cancellare Quota 100».

L’affondo non è rivolto solo al leader del Carroccio, ma anche al M5s che ha fatto battaglia in sede di approvazione della manovra per mantenere la riforma.

«Noi voteremo un emendamento per cancellare Quota 100 e dare quei soldi alle famiglie e agli stipendi: vediamo che cosa faranno gli altri», ha detto il leader di Italia viva, definendo la riforma «ingiusta».

Italia viva aveva già proposto l’abolizione della misura prima dell’approvazione della manovra 2020. Ma il M5s aveva fatto muro, portando a una riconferma. Anche il Pd mal sopporta la riforma, anche se ha mantenuto una posizione più moderata parlando di “revisione” e non di cancellazione.

La replica di Conte

Arriva però a stretto giro la replica di Conte che stoppa l’ex premier: «Quota cento c’è, è un pilastro della manovra», ha detto il presidente del Consiglio in conferenza stampa da Bruxelles, rispondendo alle domande dei giornalisti. «Abbiamo fatto un tavolo – ha proseguito – tutte le forze politiche hanno accettato. Poi per carità capisco che una misura piaccia di meno, un’altra di più, rispetto tutte le opinioni».

Leggi anche: