La dura replica di Di Maio a Conte: «Senza il M5s non esiste il governo»

Di Maio ha invitato Conte ad abbassare i toni e ha lanciato un ultimatum: «Senza le nostre proposte non esiste la manovra»

«Qualcosa si è rotto», aveva detto Matteo Salvini prima di annunciare la fine dell’esperienza gialloverde. Ora, a due mesi di distanza e con un nuovo governo, questa formula sembra calzare alla coppia Luigi Di MaioGiuseppe Conte. Il motivo del contendere sono alcuni punti della Manovra, da rivedere per il ministro degli Esteri, ma che il presidente del Consiglio ritiene una questione chiusa.

«Se qualcuno pensa che siamo qui ad aumentare le tasse si sta sbagliando. Qui bisogna fare squadra, chi non la pensa così è fuori dal governo», aveva detto un durissimo Giuseppe Conte ieri, 19 ottobre. E oggi è arrivata la replica di Luigi Di Maio: «I toni ‘o si fa così o si va a casa’ fanno del male al Paese, fanno del male al governo: in politica si ascolta la prima forza politica che è il M5s, perché se va a casa il M5s è difficile che possa esistere ancora una coalizione di governo».

Il ministro degli Esteri ha precisato che il suo non è un ultimatum, ma ha invitato in poche parole ad abbassare i toni. «Io credo soltanto che bisogna fare in modo che in questo governo ci sia meno nervosismo, meno prese di posizione dure e mettere al centro le persone e non le proprie opinioni», ha detto Di Maio da Matera.

Ma a dirla tutta un ultimatum lo ha lanciato e riguarda proprio la Manovra: «Domani ci sarà un vertice di governo che deve servire a mettere nella legge di bilancio tre proposte che per noi sono imprescindibili: o si fanno o non esiste ancora la manovra».

Video agenzia Vista

Leggi anche: