Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Renzi aspetta la Carfagna? Attesa per il “segnale” nel finale della Leopolda

di OPEN

Sta per concludersi la Leopolda 10. Tra gli elementi prevedibili di attesa ce n’è uno che è particolarmente sensibile e delicato e riguarda Mara Carfagna

Sta per concludersi la Leopolda 10, che poi è in tutto e per tutto il congresso – rigorosamente senza voti – di fondazione di Italia Viva, la creatura politica renziana appena nata e già al governo. Finirà, come tutte le precedenti nove Leopolde, col discorso finale di Renzi. Tra gli elementi prevedibili di attesa (chi guiderà il partito, cosa dirà a Conte) ce n’è uno che è particolarmente sensibile e delicato. Ovvero: si rivolgerà Renzi ai malpancisti del centrodestra, e cioè ai moderati di Forza Italia che non vogliono “morire salviniani” o trovarsi a manifestare con Casapound, o più prosaicamente non vedono futuro nel partito di Berlusconi, che somatizza acciacchi e usura del fondatore? È stato più volte evocato il nome di Mara Carfagna, passata in dieci anni da emblema delle scelte più proterve e meno meritocratiche del Cavaliere (secondo le opposizioni e le invidie interne del tempo) a rispettata e competente vicepresidente della Camera, ad ogni evidenza lontana dal sovranismo e dal populismo.


Carfagna non è andata ieri alla manifestazione di piazza San Giovanni, e lo ha rivendicato, incorrendo nei rimbrotti pubblici dello stesso Berlusconi. Viene data in uscita dal partito, come apripista di un gruppo più numeroso di insoddisfatti che considerano finita e persa la partita per un centrodestra a guida moderata. E Renzi spalancherebbe loro le braccia: ma deve creare le condizioni politiche per l’operazione. Se oggi farà un appello, magari più generale ai “liberali del centrodestra” sarà un segnale ben preciso. E qualcuno ricorderà che anche per il suo governo fu indispensabile quella pattuglia, guidata da Alfano, che si staccò da Forza Italia. Era l’Ncd: uno dei suoi ministri, Beatrice Lorenzin, ha appena fatto ingresso, del resto, nel Pd.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: