Coronavirus, il 17enne italiano fermo a Wuhan: «Stanco, ma sollevato». Nella sua scuola pronto il piano di rientro

Il ragazzo si trovava in Cina con il programma Intercultura, avrebbe dovuto fermarsi fino al termine dell’anno scolastico

Escluso il contagio. I risultati degli esami sul ragazzo italiano di 17 anni fermo a Wuhan hanno chiarito che non è stato infettato dal Coronavirus. Lo studente, iscritto al Liceo Artistico Sello di Udine, era rimasto in Cina invece che partire con gli altri italiani rimpatriati perché aveva la febbre.

Si dice «molto tranquillo» ma anche «molto stanco» il ragazzo di Grado, perché «devo recuperare il sonno perduto. Sono in piedi da due giorni. Aspetto soltanto di tornare in Italia – aggiunge il giovane – sollevato» perché i test di questa mattina hanno dato risultato negativo al contagio del coronavirus.

«Verrà predisposto un piano di rientro sereno a scuola, che tuteli innanzitutto la salute del ragazzo». Rossella Rizzato, preside del Liceo Artistico Sello, ha chiarito alla stampa che anche l’istituto è pronto ad accogliere il 17enne.

Il ragazzo si trovava in Cina per partecipare a un programma di Intercultura, avrebbe dovuto fermarsi in Cina fino alla fine dell’anno scolastico. Di lui la preside Rizzato ha detto che è uno studente «molto curioso, con senso dell’esperienza e del confronto».

Leggi anche: