Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus. Il video della polizia cinese che ferma e arresta goffamente un uomo in auto: non è una bufala, è una esercitazione

Circola su Whatsapp un video dove in un posto di blocco in Cina, in una località non precisata, un uomo viene arrestato dalla polizia dopo che si era rifiutato di fermarsi a seguito del controllo della temperatura, rivelatosi alta e dunque da tenere sotto controllo vista l’epidemia del nuovo coronavirus in corso nel paese orientale. Un arresto un po’ goffo, quasi da far sembrare tutto una messinscena.

Certo, un po’ strano visto che viene addirittura usata una retina da pesca per fermare l’uomo appena scende dall’auto, così come i movimenti non propriamente pronti e veloci da parte di tutti gli agenti, ma attenzione: il video è tagliato, infatti manca la parte fondamentale utile a comprendere che si tratta di una esercitazione.

La segnalazione ricevuta il 23 febbraio 2020 alle 17:52.

Sul sito cinese Qq.com è possibile visionare il video completo che vi mostriamo di seguito:

Il video diffuso su Whatsapp si interrompe al minuto 1:20, mentre al minuto 1:22 del video completo vediamo due agenti che tengono un cartello con la scritta in inglese «Exercises» in direzione delle auto che giungono dalla parte opposta al casello stradale.

Si tratta dunque di un’esercitazione della polizia cinese sul come operare in caso una persona che una volta riscontrata la temperatura alta decida di non fermarsi e tenti la fuga. Possiamo comprendere che le forze dell’ordine opereranno in quel modo in tale situazione, ma c’è da dire che rimane buffo l’uso del retino da pesca.

Le reazioni su Weibo

Si parla dei video anche nei social network cinesi:

Uno dei tanti post su Weibo dove parlano del video.

In alcuni post su Weibo ci sono utenti “cercano di non ridere”:

Leggi anche: