Terapia d’urto: gli esperti di Conte propongono stop a cortei e concerti per un mese. Partite a porte chiuse

La proposta mira a evitare l’affollamento di persone e il mancato rispetto della distanza di sicurezza di un metro indicata come deterrente al possibile contagio

La proposta arriva dal Comitato tecnico-scientifico voluto dal premier Conte: evitare per 30 giorni le manifestazioni di qualunque genere, anche quelle sportive, che possano comportare l’affollamento di persone e il mancato rispetto della distanza di sicurezza di un metro indicata come deterrente al possibile contagio da Coronavirus. La misura potrebbe integrare il decreto della presidenza del Consiglio dei ministri del 1 marzo e, dunque, sospendere anche la disputa a porte aperte del campionato di serie A.

Se la proposta dovesse trovare accoglimento, tutte le manifestazioni che prevedono grande afflusso di pubblico sarebbero sospese per 1 mese. Dunque ne consegue che anche cortei, assemblee e concerti sarebbero annullati o rinviati. Nel frattempo, anche per adeguarsi alle possibili nuove misure, è stata rinviata a data da destinarsi Juve-Milan di Coppa Italia, inizialmente prevista per domani sera e con divieto di ingresso allo stadio per i soli residenti nelle Regioni Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna.

Leggi anche:

Foto di copertina Ansa