OpenMedia della settimana: Lega sotto il 30% e Italia Viva sotto il 4. Sale ancora Fratelli d’Italia

OpenMedia è la media aritmetica dei sondaggi sulle intenzioni di voto degli italiani in esclusiva per Open. Concorrono alla media tutti i sondaggi pubblicati dai maggiori istituti demoscopici nella settimana appena conclusa

I primi sondaggi di marzo portano con loro il dato che molti addetti ai lavori aspettavano ormai da qualche tempo: la Lega scende mediamente sotto il 30% (29,5%, mezzo punto in meno rispetto alla settimana scorsa).

Settimana dal 2 al 7/03/2020.

È il risultato di un trend negativo che dura da quattro mesi, impercettibile ma inesorabile. Il massimo attribuito al primo partito d’Italia è il 30,9% di Swg, il minimo il 27,2% di Ixè.

La distanza dal Partito Democratico (sempre secondo e in zona 21%) è al momento meno di 9 punti. Lo scorso anno erano 15.

Stabile il Movimento Cinque Stelle (14,5%, +0,1) che da due settimane sembra aver fermato il suo trend negativo, anche se è presto per capire se la situazione di calma è il preludio a nuovi scossoni (positivi o negativi). Il massimo per i grillini è il 15,7% di Ixè, il minimo il 13,6% di Tecnè.

L’avanzata di FdI

Prosegue intanto costante la marcia di Giorgia Meloni. Il suo Fratelli d’Italia, quarto partito nazionale, sale ancora portandosi al 12,4%, con un minimo nell’11% di Piepoli e un massimo nel 13,4% di Ixè e Tecnè. Rimane stabile invece Forza Italia, il terzo partito della coalizione di Cdx, al 6,3%.

Settimana negativa anche per l’altro Matteo, Renzi. Italia Viva infatti cala al 3,8%, il valore più basso dal suo esordio nel settembre 2019; in questo caso incidono sulla media il 3,2 % di Tecnè e Swg e il disastroso 2,8% registrato da Ixè. Tuttavia per Piepoli ed Emg il partito è ancora al 5%.

La Sinistra/LeU sfiora il 3% questa settimana, mentre rimangono indietro Azione di Carlo Calenda al 2,1%, +Europa al 2% e i Verdi all’1,8%.

(Istituti considerati: Swg, Piepoli, Ixè, Emg, Euromedia R., Index R., Tecnè)

Leggi anche: