Coronavirus. Pinguini Tattici, forse il momento più intenso della serata di musica Rai per la Protezione civile

“Bergamo”, Zanotti l’ha cantata da solo, così, con la sua chitarra

È stata una lunga e appassionata catena di amore per la musica quella messa in onda dalle reti Rai per una raccolta di solidarietà a favore della Protezione Civile. Tutti da casa i volti e le voci più conosciuti della nostra musica, da Bocelli a Tiziano Ferro, da Elisa a Diodato, da Paola Turci ai Negramaro (ciascuno in una città diversa) a tanti altri hanno regalato canzoni e parole di sostegno nell’ora più dura per il paese da tre quarti di secolo a questa parte.


Il momento che almeno a noi è sembrato più intenso di questa ‘Musica che unisce’ è stato qiando dalla sua casa di Albino, nella bergamasca, ha preso la parola Riccardo Zanotti, in rappresentanza dei Pinguini Tattici Nucleari, il gruppo che si è rivelato anche al grande pubblico nell’ultimo momento collettivo prima dello tsunami Coronavirus, il festival di Sanremo.

Quello che molti non sanno è che i Pinguini sono della città più duramente colpita. «In questi giorni Bergamo non sta passando ore felici, nel nostro piccolo volevamo far dimenticare per qualche minuto questi brutti giorni con una canzone scritta prima di questa emergenza, prima di questi incubi». E la canzone si chiama proprio così, Bergamo. Zanotti l’ha cantata da solo, così, con la sua chitarra.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: