Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Coronavirus. Occhio alle mascherine perché rischiate l’alcalosi e lo svenimento? Il post social che disinforma

Il rischio è presente nei casi in cui si pratica sport e test di sforzo, non per i normali movimenti di ogni giorno

Circola su Facebook un testo che invita le persone a non usare le mascherine, in uso per l’emergenza Coronavirus, perché si rischia di andare in alcalosi e lo svenimento. Il messaggio riporta anche una fonte, ma chi ha creato e diffuso il testo non ha letto bene scatenando un effetto a catena di condivisioni dove poi le persone pensano che sia pericoloso utilizzarle in qualsiasi caso:

ATTENZIONE

Occhio alle mascherine!! Chi copre naso e bocca, respira una quantità maggiore di anidride carbonica, rischiando di andare in alcalosi e quindi rischiando lo svenimento. Perché, in questo modo, si respira una miscela di CO2 superiore a quella presente nell’aria”. Con la mascherina si respira un’aria malata, parte di quell’aria emessa dai polmoni, ricca di CO2. Servirebbe, invece, aria fresca, ricca di ossigeno. In pratica, si rimette in circolo nelle proprie cavità aeree un’aria che ha più anidride carbonica che ossigeno.

Il testo circola dal 17-18 aprile 2020 dopo la pubblicazione di un articolo de L’Unione Sarda dal titolo «”La mascherina mentre si corre? Errore pericoloso”». Si tratta dello stesso articolo linkato come fonte sui social, ma nel testo diffuso non si fa alcun riferimento alla corsa e all’attività sportiva.

Uno dei tanti post Facebook pubblicati con il testo e il link all’articolo.

Il dottor Alberto Macis, della Federazione medici sportivi, interviene in merito all’ordinanza regionale della Sardegna dove viene posto l’obbligo dell’uso delle mascherine durante l’attività motoria:

ATTENZIONE ALLA CO2 – “Capisco che chi governa debba decidere facendo attenzione alla testa degli altri”, prosegue il dottor Macis, “ma la mascherina crea problemi. Se, per esempio, la si indossa durante un test da sforzo, io medico sono protetto da eventuali vaporizzazioni. Ma chi si sottopone a sforzo, con la mascherina che copre naso e bocca, respira una quantità maggiore di anidride carbonica, rischiando di andare in alcalosi e quindi rischiando lo svenimento. Perché, in questo modo, si respira una miscela di CO2 superiore a quella presente nell’aria”.

Il testo diffuso sui social è un copia incolla delle dichiarazioni del dottor Macis dove sono state deliberatamente esclusi i riferimenti alla corsa. Ecco la parte completa dove viene riportata la frase «si respira un’aria malata»:

“Intanto, andare a correre in una zona con alberi, con migliore ossigenazione. E, ripeto, senza mascherina. Perché con la mascherina si respira un’aria malata, parte di quell’aria emessa dai polmoni, ricca di CO2. Servirebbe, invece, aria fresca, ricca di ossigeno. In pratica, si rimette in circolo nelle proprie cavità aeree un’aria che ha più anidride carbonica che ossigeno”

Open.online is working with the CoronaVirusFacts/DatosCoronaVirus Alliance, a coalition of more than 100 fact-checkers who are fighting misinformation related to the COVID-19 pandemic. Learn more about the alliance here (in English)

Continua a leggere su Open

Leggi anche: