Regionali, il centrodestra trova l’accordo. Ecco i nomi dei candidati

Confermate le ricandidature dei governatori uscenti Toti (Liguria) e Zaia (Veneto). Sintonia anche per le candidature alle elezioni Comunali

Francesco Acquaroli (FdI) per le Marche, Stefano Caldoro (FI) per la Campania, Susanna Ceccardi (Lega) per la Toscana, Raffaele Fitto per la Puglia. Il centrodestra ha trovato la quadra sulle candidature per le prossime elezioni Regionali. Lo hanno annunciato Silvio Berlusconi, Giorgia Meloni e Matteo Salvini in una nota congiunta.

Sintonia anche sul fronte Comunali. Il centrodestra esprimerà infatti candidati unitari anche per i sindaci. L’accordo prevede per la Lega la possibilità di indicare i candidati in alcune città del Centrosud, tra cui Reggio Calabria, Andria, Chieti, Macerata, Matera, Nuoro, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia «esprimeranno candidati in altre città al voto». Confermate anche le ricandidature dei presidenti uscenti, Giovanni Toti in Liguria e Luca Zaia in Veneto.

Acque calme che contrastano con quanto invece avviene in casa centrosinistra, dove la notizia della candidatura di Ivan Scalfarotto (Italia Viva) in Puglia, subito affiancato da Azione di Carlo Calenda, contro Michele Emiliano, sostenuto dal Pd, ha confermato come le forze che compongono attualmente la maggioranza sembrino andare in ordine sparso nelle varie realtà territoriali.

Basti pensare, sempre per rimanere in Puglia, alla chiusura netta che si registra al momento dal M5s verso Emiliano. Discorso analogo per la Liguria, laboratorio dove proseguono gli esperimenti. Dopo la bocciatura nei giorni scorsi del nome di Ferruccio Sansa, l’asse Pd-M5s (Italia Viva esclusa) cerca ancora un candidato per sfidare il presidente uscente Giovanni Toti.

Leggi anche