Altro che distanziamento sociale, in Sicilia la spiaggia di Marina di Ragusa è stata presa d’assalto: non c’è spazio per altri ombrelloni

A denunciarlo è il conduttore di “Report” Sigfrido Ranucci che lancia una provocazione al governatore siciliano Nello Musumeci, preoccupato per l’arrivo di 600 migranti a Lampedusa

Marina di Ragusa, 12 luglio 2020. Siamo in Sicilia e la spiaggia che si trova a pochi chilometri dalla casa di Montalbano è letteralmente stracolma. Non c’è più spazio per altri ombrelloni. Altro che distanziamento sociale, altro che paura per il Coronavirus, altro che rispetto rigido delle norme. In quella spiaggia sembra che tutto sia passato.

A denunciarlo è Sigfrido Ranucci, giornalista e conduttore di “Report”, che su Facebook scrive: «Mentre il Presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha chiesto al governo di Roma la proclamazione dello stato di emergenza a Lampedusa per motivi sanitari, questa è la situazione di oggi, 12 Luglio, sulla spiaggia di Marina di Ragusa».

I video

A seguito della pubblicazione del nostro articolo, ci sono stati inviati due video da un corrispondente di Report che testimoniano, in maniera inequivocabile, la situazione di sovraffollamento della spiaggia libera di Marina di Ragusa.

In questo secondo filmato, invece, per sgombrare il campo da ogni dubbio, viene indicato su un foglietto anche il giorno e l’orario in cui è stato girato.

Cosa sta succedendo in Sicilia

In Sicilia, allo stato attuale, la situazione sembra essere sotto controllo e i numeri della pandemia non preoccupano affatto. Con l’avvio della stagione estiva, con l’arrivo dei primi turisti e con assembramenti di questo tipo, il rischio è che la situazione possa precipitare da un momento all’altro, soprattutto alla luce di una possibile seconda ondata a ottobre.

Gli sbarchi a Lampedusa

Il Presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, invece sembra essere più preoccupato per la situazione a Lampedusa – che negli ultimi giorni ha accolto oltre 600 migranti – al punto da chiedere a Roma la proclamazione dello stato di emergenza. «Una condizione assolutamente insostenibile qui nell’isola delle Pelagie», ha detto il governatore siciliano. «Ci sono problemi sanitari – ha concluso – problemi sociali ed economici. Abbiamo bisogno di risposte immediate: Lampedusa non può diventare una terra di frontiera».

Sul caso Lampedusa è intervenuto anche il leader della Lega Matteo Salvini che, su Facebook, ha scritto: «Ci sono decine di nuovi casi di immigrati positivi al virus, Lampedusa è al collasso, non c’è nessuna traccia dei ricollocamenti, è sparito il famoso accordo di Malta e i rimpatri con la Tunisia sono bloccati con la scusa del Covid. Questo governo mette in pericolo l’Italia».

Foto in copertina di Sigfrido Ranucci | Facebook

Leggi anche: