Stato di emergenza, la sfuriata di Meloni contro Conte: «Al governo pazzi irresponsabili. E non rida presidente» – Il video

«Non renderemo tutto vano per la vostra furia immigrazionista», ha attaccato la leader di Fratelli d’Italia

Dopo l’ok del Senato alla risoluzione di maggioranza sulla proroga dello stato di emergenza, oggi il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si è rivolto alla Camera, incassando un altro assenso. Al termine del suo intervento, nel corso delle dichiarazioni di voto, contrarietà e critiche sono state espresse dalle opposizioni. Duro il giudizio della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: «Io non userò mezzi termini – ha detto -, io penso che quello che sta accadendo è gravissimo. Questo è il tassello di una deriva liberticida che il governo ha messo in campo con la scusa del Coronavirus non c’è altra ragione».

«Lo stato di emergenza – ha attaccato Meloni – vi serve per consolidare il governo e il potere facendo quello che volete senza regole e controlli». «Lei fin qui ha avuto poteri straordinari tanti da configurare quasi i pieni poteri. Cosa ci avete fatto?» ha domandato rivolgendosi al presidente del Consiglio.

«Li avete usati per fare un’infornata di 300 nomine pubbliche nel corso del lockdown. Li avete usati per mettere nei decreti cose che non c’entrano nulla con la pandemia come la concessione di Fiumicino alla famiglia Benetton, avete fatto la commissione sulle fake news, il ministero della verità o la sanatoria dei migranti, sono queste le cose che volete continuare a fare?», ha attaccato la leader di Fratelli d’Italia.

Il no alla proroga

«Noi non saremo conniventi, voteremo contro, e lo farà compatto tutto il centrodestra. Non vi daremo tregua», ha detto al termine del suo intervento Meloni, che prima si è scagliata contro l’esecutivo per la gestione dei flussi migratori. «Non renderemo tutto vano per la vostra furia immigrazionista! – ha attaccato -. E non rida, presidente Conte, perché non c’è nulla da ridere…». Meloni ha poi osservato come la condotta dell’esecutivo sia «da pazzi irresponsabili».

Foto Copertina: ANSA/CLAUDIO PERI

Leggi anche: