Di Battista, l’attacco più duro: «Le Regionali sono la più grande sconfitta nella storia del M5s. Referendum? Entusiasmo eccessivo» – Video

Secondo l’ex deputato il Movimento 5 stelle sta attraversando una grave crisi identitaria. L’unica soluzione, sostiene, è ripartire dagli Stati generali

Dopo Massimo Bugani e l’ex ministra Grillo, è il turno di Alessandro Di Battista per criticare i vertici del Movimento dopo la dura sconfitta alla elezioni regionali. In un video pubblicato sulla sua pagina Facebook Di Battista ha definito le elezioni di ieri «la più grande sconfitta del Movimento», che sta attraversando, dal suo punto di vista, un’ «innegabile crisi identitaria».


Il freno sulla vittoria al Referendum

Di Battista riconosce la vittoria nell’affermazione del Sì al Referendum sul taglio dei parlamentari: «successo di Fraccaro e del gruppo parlamentare del 5stelle». Ma invita a frenare gli entusiasmi a chi si è appuntato la vittoria: «Quel 70% non può essere considerato solo un successo dei 5 stelle». Perché quel risultato «bellissimo», avverte l’ex parlamentare, arriva anche dalle tante persone che «non apprezzano il Movimento, lo detestano», ma sono mossi dalla voglia di «giustizia sociale». Insomma, dice Di Battista: «Questo eccesso di esultanza è fuorviante e non giusto».

L’ex deputato invita quindi i sostenitori del Movimento 5 Stelle a guardare aventi senza illusioni, perché il sogno del Movimento in cui «hanno creduto in tanti» oggi rischia di sparire. La soluzione? «L’unica cosa da fare è fare gli Stati generali il prima possibile, ben partecipati, ben organizzati con un nuova agenda per uscire dal buio».

Leggi anche: