Trump non prende le distanze dai suprematisti. La violenza? «Un problema della sinistra» – Il video

Il presidente si è limitato a dire a uno dei gruppi di estrema destra, i Proud Boys, di «stare fermi». Subito dopo ha ribaltato le accuse tirando in ballo Antifa

Duro scontro nel primo dibattito tra i due candidati alla presidenza degli Stati Uniti sui suprematisti bianchi. Joe Biden ha accusato Donald Trump di averli difesi nell’attacco di Charlottesville dopo la morte di George Floyd e ha sfidato il presidente a prenderne le distanze. Ma Trump si è limitato a invitare uno dei gruppi di estrema destra, i Proud Boys, a «fare un passo indietro e stare fermi». Subito dopo ha aggiunto che qualcuno dovrebbe fare qualcosa per il movimento della sinistra antagonista Antifa, perché la violenza non sarebbe «un problema della destra, ma della sinistra». Biden a quel punto ha replicato affermando che l’antifascismo è un ideale, non un’organizzazione, citando il direttore dell’Fbi.


Video: @gditom / Twitter

Leggi anche: