Usa 2020, Biden: «Sarò il presidente di tutti gli americani». Ma Trump non concede ancora la vittoria

«Sono onorato che abbiate scelto me», ha scritto su Twitter il neo eletto capo della Casa Bianca

Con 279 elettori assegnati, Joe Biden è stato eletto 46esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Su Twitter, il democratico si è rivolto per la prima volta ai cittadini dopo l’annuncio della vittoria: «America, Sono onorato che mi abbiate scelto per guidare il nostro grande Paese. Il lavoro che ci attende sarà duro, ma vi prometto questo: sarò un presidente per tutti gli americani, indipendentemente dal fatto che abbiate votato per me o no. Manterrò la fede che avete riposto in me».


Il primo commento ufficiale di Donald Trump arriva dopo ore: «71 milioni di voti legali. La cifra più alta di sempre per un presidente in carica», twitta, mentre i sostenitori di Biden fuori dalla Casa Bianca a festeggiare sono ormai migliaia. Con questi numeri, scrive il presidente uscente, «ho vinto le elezioni», prosegue in un altro tweet che, come ormai molti altri cinguettii privi di fondamento nei fatti, viene etichettato dal social come “controverso”.

Alle due ore italiane, Joe Biden si rivolgerà alla Nazione dalla sua città natale di Wilmington, nel Delaware. Prima ancora che fosse dichiarato vincitore Biden aveva già iniziato a lavorare alla creazione di un task force anti-epidemico che dovrebbe annunciare lunedì. Intanto, in varie città negli Stati Uniti i suoi sostenitori stanno festeggiando.

Sui social spopola il video di Kamala Harris che in tenuta da jogging parla al cellulare con Joe Biden e dice: «Ce l’abbiamo fatta! Sarai il nuovo presidente degli Stati Uniti». Con un cappellino con la scritta 46, la prossima first lady Jill Biden ha condiviso una foto di lei e il marito: «Sarà un presidente per tutte le nostre famiglie».

Mentre i network americani, con l’assegnazione della Pennsylvania, e del Nevada, hanno confermato la vittoria del candidato democratico, e ora futuro presidente degli Stati Uniti, Trump ha ribadito ancora una volta che non concederà la vittoria: «Le elezioni non sono finite». Secondo fonti della Cnn inoltre, ribaltando la tradizione americana, Trump non inviterà Biden alla Casa Bianca. «Lunedì – ha dichiarato – ci assicureremo che le leggi elettorali siano rispettate e che venga eletto il legittimo vincitore».

Obama: «Ha quello che serve per essere presidente»

«Non potrei essere più orgoglioso di congratularmi con Biden e Harris per una vittoria storica», scrive Barack Obama in una lettera indirizzata al suo ex vicepresidente. «Ha quello che serve per essere presidente. Quando entrerà alla Casa Bianca si troverà ad affrontare una serie di sfide che nessun presidente ha mai dovuto fronteggiare».

«Ricordiamoci che questo è solo l’inizio – ha dichiarato invece l’ex first lady Michelle Obama – è un primo passo. Votare in un’elezione non è una bacchetta magica, e nemmeno vincerne una». Dalla sua pagina Twitter ha ha scritto: «ricordiamo che decine di milioni di persone hanno votato per lo status quo, anche quando significava sostenere bugie, odio, caos e divisione».

È invece Mitt Romney, il primo repubblicano a congratularsi con Joe Biden. Romney, candidato alla presidenza nel 2012, ha fatto le sue congratulazioni al neo presidente e alla vicepresidente Harris. «Io e Ann li conosciamo entrambi come persone di buona volontà e di carattere ammirevole. Preghiamo che Dio li benedica nei giorni e negli anni a venire».

Leggi anche: