Offre un bicchiere d’acqua a un cliente al bancone: la polizia gli chiude il bar per cinque giorni

di Redazione

È successo a Vignola, in provincia di Modena. Il cliente, che aspettava la cena d’asporto, dovrà pagare 400 euro di multa

Cinque giorni di chiusura per un bicchier d’acqua. A Vignola, in provincia di Modena, la polizia ha deciso di punire così un locale che ha offerto un po’ d’acqua a un cliente mentre questi aspettava di ritirare la cena d’asporto. Anche il cliente è stato punito con una multa di 400 euro per aver consumato la bevanda al bancone, trasgredendo alle norme anti-Covid che permettono ai bar e ai ristoranti soltanto di offrire servizi di asporto.


Altre cinque persone sono scappate

Come ha spiegato la madre della titolare del bar – il Real Sport Coffee – al Resto del Carlino, i proprietari avrebbero fatto entrare, per il freddo, un gruppetto di circa sei persone che aspettava di ritirare la cena. Soltanto uno di loro avrebbe accettato il bicchiere d’acqua (e per questo è stato multato), mentre gli altri si sarebbero dati alla fuga all’arrivo dei vigili, lasciando nel bar il cibo che avevano ordinato.


«Usiamo lo stesso metro con tutti»

Alle proteste della proprietà che si lamentava per i tanti giorni di chiusura, il comandante della polizia locale ha risposto spiegando di aver chiuso anche altri locali. «Usiamo lo stesso metro con tutti», ha dichiarato al quotidiano bolognese Pierpaolo Marullo, «cinque giorni di chiusura immediata, da scontare dal provvedimento finale di sospensione dell’attività che l’autorità dovrà emettere».

Da sapere:

Leggi anche: