Coronavirus, la Lombardia passa in zona arancione scuro da mezzanotte. Chiuse tutte le scuole tranne gli asili nido

L’ordinanza sarà attiva fino al 14 marzo. Revocato anche il permesso di spostarsi verso le seconde case

Arancione scuro. Il verdetto per la Lombardia è già deciso. Dalla zona arancione la regione passerà alla nuova zona «arancione rafforzato»: tutte le scuole, tranne gli asili nido, resteranno chiusi. L’ordinanza partirà dalla mezzanotte di oggi, 4 marzo, e sarà valida fino al 14 marzo. Al momento negli ospedali della regione ci sono 4.545 pazienti ricoverati per Covid nelle aree non critiche e 532 in terapia intensiva. Nell’ordinanza firmata dal governatore della regione Attilio Fontana viene chiarito anche che è revocata la possibilità di spostarsi nelle seconde case.


Queste le parole di Fontana per giustificare un intervento così tempestivo: «La commissione indicatori Covid-19 Regione Lombardia a seguito dell’analisi dei dati effettuata, ha condiviso la necessità di superare la differenziazione tra aree assumendo interventi di mitigazione rinforzati per tutto il territorio regionale con l’obiettivo, oltre che di contenere l’incremento di contagi, di preservare le aree non ancora interessate da una elevata incidenza».


Da sapere:

Leggi anche: