Coronavirus, in Veneto quasi 2.000 nuovi contagi: un dato tanto negativo non si registrava da settimane. I morti sono 29

Preoccupano i dati del Veneto, che nei prossimi giorni dovrebbe passare in zona rossa. Aumentano anche i ricoverati Covid negli ospedali della regione. Intanto Zaia rassicura la popolazione a proposito delle somministrazioni di AstraZeneca

Tornano a salire (e a preoccupare) i numeri che vengono dal Veneto e che parlano di 1.932 contagi in appena 24 ore (ieri 1.677): il dato di quasi 2 mila nuovi positivi al Covid in una sola giornata non si registrava da diverse settimane. Il numero dei contagiati, intanto, supera la soglia dei 350 mila. In merito ai decessi, oggi sono +29 per un totale di 10.074 morti dall’inizio della pandemia, come riferisce il bollettino odierno della Regione. In aumento anche i ricoveri nelle aree non critiche degli ospedali del Veneto (che nei prossimi giorni dovrebbe passare in zona rossa): si parla di 1.369 persone, ovvero 29 in più rispetto a ieri, mentre restano quasi stabili le terapie intensive, dove si segnalano 169 pazienti (-1).


La vicenda AstraZeneca

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, è intervenuto sul tema che ha scosso l’Italia nelle ultime ore: la vicenda AstraZeneca con il ritiro di un lotto del vaccino e la morte sospetta di due uomini in Sicilia. «La vicenda di Astrazeneca dà grandi preoccupazioni e grande perplessità. Vorrei rassicurare i cittadini su un unico fatto, che è scientifico. Ad oggi si deve dimostrare la correlazione tra la morte e la somministrazione del vaccino», ha detto il governatore veneto.

Segnalate due persone con febbre alta

Nella regione guidata da Zaia, su 17 mila dosi somministrate del lotto ABV2856 di AstraZeneca, sono state segnalate soltanto due persone con febbre alta. In via precauzionale, intanto, sono state sospese le 3 mila dosi del vaccino. La somministrazione, invece, continua con altri lotti e al momento «non abbiamo evidenze di disdette», ha specificato Francesca Russo, a capo della Prevenzione e sanità della Regione secondo cui finora sono state iniettate 48.512 dosi di vari lotti Astrazeneca, senza reazioni preoccupanti: «Vi sono state 349 reazioni tutte lievi, con febbre sotto 38, stanchezza e cefalee».

Foto in copertina: LUCA ZAIA/TWITTER

Leggi anche: