Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

I numeri in chiaro della settimana. Maga: «Tutta l’Italia in zona gialla forse già a maggio» – Il video

Il direttore dell’istituto di Genetica Molecolare del Cnr di Pavia: «La tendenza è quella di una lenta diminuzione, un rallentamento del contagio che potrebbe preludere a un punto di svolta»

Sei Regioni passano in zona arancione. Restano in zona rossa invece Campania, Puglia e Valle d’Aosta, a cui si unisce la Sardegna. Come confermano i dati del monitoraggio settimanale dell’Iss sull’andamento del contagio da Coronavirus, negli ultimi sette giorni la situazione epidemiologica in Italia ha mostrato piccoli segnali di miglioramento. Segnali evidenziati nella nostra rubrica Numeri in Chiaro anche da Giovanni Maga, direttore dell’istituto di Genetica Molecolare del Cnr di Pavia: «La tendenza sembra quella di una lenta diminuzione, un rallentamento del contagio che potrebbe preludere a quel punto di svolta».


Per vedere tutta l’Italia colorata di giallo bisogna ancora aspettare: «Ma ci arriveremo, magari già a maggio. La campagna vaccinale comincia ad avere un effetto significativo sulle persone. Penso che nelle prossime settimane si dovrebbe vedere un progressivo miglioramento. Al momento la situazione fa ben sperare», dice Maga. Guardando ai dati di questa settimana sulle terapie intensive, «ancora molte Regioni hanno un livello di occupazione sopra la soglia di allerta».


Leggi anche: