Sei Regioni in zona arancione, Sardegna in rosso: ecco come cambiano i colori dal 12 aprile

Passano di fascia Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana. Stretta di Musumeci a Palermo

Sarà firmata oggi la nuova ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza per i passaggi di colore delle Regioni determinati sulla base del monitoraggio dell’Istituto superiore di Sanità sull’andamento dell’epidemia da Coronavirus. A partire da lunedì 12 aprile l’Italia si tingerà per lo più di arancione. Le regioni che lasceranno la zona rossa sono Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Piemonte e Toscana.


Tra le Regioni che resteranno nella fascia rossa ci sono invece Campania, Puglia e Valle d’Aosta dove la situazione epidemiologica non permette ancora di procedere con le riaperture di negozi, parrucchieri e centri estetici. Passerà in fascia rossa la Sardegna a causa dell’indice Rt superiore alla soglia d’allarme dell’1,25, come ha confermato l’assessore alla Sanità Mario Nieddu. Questa settimana la Regione guidata da Christian Solinas presenta infatti un Rt pari a 1,54. Ci sono poi quelle regioni, già in arancione da una settimana, che potrebbero cominciare a vedere alcune parziali riaperture il prossimo mese se i numeri del Covid continuassero a scendere. Sullo sfondo, il governo è al lavoro per cercare di capire se sarà possibile riaprire ristoranti e musei dopo il 20 aprile.

Zona rossa in tutta la provincia di Palermo

In Sicilia, intanto, il presidente della Regione Nello Musumeci ha firmato un’ordinanza che dispone la zona rossa in tutti i Comuni della Città metropolitana di Palermo a partire da domenica 11 e fino a giovedì 22 aprile. Stesse restrizioni, come richiesto dai Comuni e a seguito delle relazioni delle Asp, a Marsala, in provincia di Trapani, e a San Cataldo, nel Nisseno, con la stessa durata.

Da sapere:

Leggi anche: